Le straordinarie bellezze architettoniche del capoluogo piemontese incontrano il fascino della storia centenaria della città sabauda. Torino riesce ad ammaliare i suoi visitatori con i dettagli eleganti delle sue enormi piazze e la raffinatezza dei suoi palazzi antichi, ed è in grado di stregare in pochi istanti grazie a quell’aria di mistero che da sempre avvolge il suo nucleo storico.

Capitale del regno sabaudo e teatro di grandi eventi storici, la città si è reinventata nel corso dei secoli divenendo una culla di industria, cultura e innovazione senza perdere mai nemmeno un briciolo del suo charme.

Per visitare Torino ed esplorarne ogni angolo servirebbero settimane: anche in un giorno solo però Torino riesce ad offrire il meglio di sé e a incuriosire tanto da pianificare un nuovo tour al più presto. Un weekend è poi perfetto per godere dei più favolosi scorci del capoluogo ed approfondire la conoscenza dei suoi tesori e dei suoi immediati dintorni. Ecco come organizzare al meglio una visita di uno o due giorni nella meravigliosa Torino.

Visitare Torino in un giorno

Se si ha solamente una giornata per visitare questa perla del Piemonte, l’idea migliore è quella di gironzolare a piedi tra le sue vie e perdersi nell’ipnotica alternanza di stretti vicoli, colonnati e ampie piazze che si aprono all’improvviso lasciando a bocca aperta.

Passeggiare in città può essere incredibilmente rilassante e Torino custodisce un’enorme quantità di raffinati edifici, chiese e musei che è puro piacere osservare anche soltanto da fuori. Il centro di Torino invita a lunghe camminate rilassanti ed è possibile nel raggio di pochi chilometri toccare le più belle piazze della città. Partendo dalla graziosa Piazza Carignano si può raggiungere Piazza Castello, la maestosa piazza che ospita Palazzo Madama e che si trova a fianco del celebre Palazzo Reale di Torino e dei suoi Giardini Reali. Sulla vivace Piazza Palazzo di Città, anche conosciuta come Piazza delle Erbe, si affaccia invece il Palazzo Civico, mentre l’ottagonale Piazza della Repubblica ospita nei suoi spazi immensi i più storici mercati torinesi, da visitare assolutamente.

Imperdibile è anche Piazza San Carlo, conosciuta come “il salotto di Torino”: tra i porticati che la abbracciano si nascondono alcuni dei locali storici torinesi tra i più rinomati, cioccolaterie dalla storia centenaria e bar dove sono passati per una sosta celebri personaggi che hanno fatto la storia italiana. Fermarsi in uno dei tavolini all’aperto della piazza è d’obbligo, per godere appieno del clima di questa città signorile e per assaggiare le prelibatezze che la città ha da offrire: dal più fine cioccolato al vermouth d’eccezione, fino al bicerin, la bevanda locale caratteristica a base di cioccolato e caffè.

L’imponente Piazza Vittorio Veneto guarda invece nella direzione del Po ed osserva la Chiesa della Gran Madre di Dio e il Monte dei Cappuccini sull’altra sponda. Salire verso il monte regala viste indimenticabili su Torino, mentre avviarsi verso il poco distante Parco del Valentino permette di scoprire il polmone verde della città, amato dai locali per trascorrere giornate all’aria aperta, fare jogging o pedalare nella natura.

Camminando per la città è impossibile non scorgere tra un palazzo e l’altro la sagoma del monumento simbolo del capoluogo, sicuramente da inserire tra i posti da visitare a Torino: la Mole Antonelliana, un’opera unica nel suo genere che a lungo è rimasta l’edificio più alto d’Europa con i suoi circa 168 metri di altezza. Se si ha poco tempo a disposizione e bisogna necessariamente scegliere solamente uno dei numerosi musei di Torino da visitare, potrebbe certamente essere il Museo Nazionale del Cinema, situato proprio all’interno della Mole. L’ascensore panoramico, sempre ospitato dalla Mole Antonelliana, permette infine di portare a casa una vista originale sui tetti di Torino.

Visitare Torino in due giorni

Se si hanno più giorni a disposizione, è possibile includere nella visita della città diverse zone del capoluogo sabaudo e godere al meglio della sua offerta culturale. Ad esempio, scegliendo di visitare il Museo Egizio, rinomato per la preziosità dei reperti archeologici che ospita: con oltre 6.500 pezzi esposti è il più importante museo al mondo dedicato all’antica civiltà egizia, secondo solo a quello de Il Cairo, in Egitto. È impossibile non ammutolire davanti a sarcofagi, gioielli, mummie e papiri provenienti da un passato lontano e carico di segreti

Cosa vedere a Torino in un weekend? C’è l’imbarazzo della scelta. Trascorrere un fine settimana a Torino offre il tempo di curiosare tra le sale del Palazzo Reale, una delle residenze sabaude più importanti della regione e fulcro della vita politica del Paese. Oppure per visitare le più belle chiese della città, come la Chiesa della Consolata o la Cattedrale di San Giovanni Battista: anche conosciuta come Duomo di Torino, è un concentrato di bellezze artistiche ed ha l’onore di ospitare, dal 1578, la Sacra Sindone. 

Se si ha qualche ora in più a disposizione per visitare Torino, è possibile anche uscire dai confini della città, per visitare un’altra residenza sabauda della regione, tra le più ricercate e architettonicamente sorprendenti: la Reggia di Venaria, spettacolare edificio nato nel XVII secolo come residenza reale di caccia ed entrata a far parte a pieno titolo dei siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Le cose da fare a Torino sono insomma pressoché infinite ed è impossibile non trovare la propria attività ideale in questa città così viva e sempre in fermento. Il rischio di innamorarsene è incredibilmente alto.

Potrebbe interessarti anche

I 10 borghi medievali più belli della Toscana

Alla scoperta dei borghi più incantevoli e ricchi di storia…

I parchi del Trentino-Alto Adige

Gli 8 parchi più belli da visitare per immergersi nella…

Vacanze in Basilicata

10 cose da fare e vedere assolutamente in questa splendida…