È sempre più frequente trovare sulle spiagge aree attrezzate appositamente per i proprietari di cani, nelle quali è possibile godersi le vacanze in compagnia dei propri amici a quattro zampe.

Le dog beach offrono servizi specifici per chi viaggia con il proprio pet, ma quando si decide di trascorrere una giornata sulla sabbia con Fido è importante organizzarsi in modo efficiente per rendere l’esperienza il più piacevole possibile, per noi e per lui.

In generale, fare vita da spiaggia non è l’ideale per i cani, poiché l’eccessivo caldo e la confusione potrebbero stressarli e comprometterne il benessere, ma con le opportune precauzioni è possibile portarli con noi sulla battigia: vediamo come organizzarsi al meglio e di cosa portare con sé per poter restare tutto il giorno al mare con i nostri piccoli amici pelosi.

Al mare con il cane? Fondamentali acqua fresca e cibo leggero

Tra le prime cose da mettere in borsa quando si parte per la spiaggia con il proprio cane è dell’abbondante acqua fresca che gli permetta di reidratarsi e mantenere bassa la sua temperatura corporea. Le regole d’oro sono due: ricordarsi di mantenere la sua ciotola sempre piena e pulita e fare attenzione a che non beva l’acqua del mare, poiché potrebbe causargli fastidiosi problemi intestinali. È bene infilare nello zaino anche qualche crocchetta o i suoi snack preferiti: l’importante è che siano leggeri e non lo appesantiscano.

Protezione dal sole: ombrellone e crema per Fido 

Nello stesso modo in cui si protegge la propria pelle dai raggi solari con lozioni dai fattori SPF elevati, bisogna ricordarsi di mettere al sicuro anche la cute delicata dagli amici pelosi. Questo vale specialmente per i cagnolini a pelo corto o dai colori chiari, che potrebbero necessitare di apposite creme protettive.

È fondamentale in generale non esporre i cani al sole nelle ore più calde della giornata: i colpi di calore sono dietro l’angolo e potrebbero avere conseguenze anche letali. Un ombrellone oppure una tendina sono indispensabili per creare zone d’ombra e tutelare la salute degli amici a quattro zampe.

Rinfrescarli con docce o bagni in mare è poi l’ideale per evitare che accumulino troppo calore, così come è una mossa intelligente fornirgli un telo su cui sostare per non scottarsi le zampe.

Consigli per godersi il mare con il cane

C’è un mito da sfatare: non tutti i cani sono nuotatori nati che amano alla follia tuffarsi tra le onde. Se il cane non mostra nessun interesse per un tuffo non va forzato per nessun motivo. È meglio dimostrargli pazienza e comprensione e lasciare decidere a lui se e quando vorrà raggiungere il suo padrone in acqua.

Anche una volta che Fido ha preso coraggio e si è lanciato nell’avventura è indispensabile stargli vicino e non lasciarlo mai solo: potrebbe spaventarsi ad esempio per le onde o per urla dei bagnanti, oppure stancarsi troppo e faticare a raggiungere la riva, ritrovandosi in una situazione di inconsapevole pericolo dalla quale il suo umano dovrà prontamente salvarlo. 

Tenere sott’occhio vigile il proprio animale quando gioca in mare è anche segno di rispetto verso gli altri avventori, che non avrebbero piacere a essere graffiati dalle sue unghiette o travolti dagli schizzi di quando Fido esce dall’acqua e si scrolla per asciugarsi.

Per assicurarsi delle tranquille vacanze al mare con il cane, anche i piccoli amici dovrebbero evitare di entrare in acqua subito dopo mangiato.

La routine di pulizia dopo il bagnetto

La salsedine contenuta nell’acqua del mare ha un forte potere irritante, anche per la pelle degli amici pelosi. Una volta terminato il bagno, è bene sciacquarli con acqua corrente ed eliminare i residui di sabbia da pelo, polpastrelli, pieghe della pelle e muso. Un’adeguata asciugatura è anch’essa un’ottima precauzione per i cani al mare: si può strofinare il pelo con un telo e spazzolarlo con cura, prestando particolare attenzione alle orecchie che devono restare sempre asciutte e pulite per scongiurare il rischio di infezioni.

I giochi per intrattenerlo

Per fare divertire i piccoli amici in spiaggia è possibile portare con sé i giochi che amano di più oppure dotarsi di palline e frisbee per cani appositamente pensati per i momenti di vacanza. Ossi, premi e simili distrazioni potrebbero servire anche per richiamare l’attenzione del cane quando viene attirato da altri suoi simili o da bagnanti che lo incuriosiscono o che invece lo fanno agitare.

Il kit di pulizia

Per una pacifica convivenza con i vicini di ombrellone, nonché per basilare senso civico, è ovviamente d’obbligo portare con sé la palettina e i sacchetti per raccogliere eventuali escrementi degli amici pelosi. È un gesto di educazione e di rispetto verso gli altri frequentatori della spiaggia: assolutamente vietato lasciare i bisognini del cane a formare sul bagnasciuga uno sgradito campo minato.

Guinzaglio, pettorina e museruola

Quando ci si muove sulla spiaggia l’amico peloso va tenuto al guinzaglio e vicino al padrone, per evitare di infastidire o spaventare le altre persone che si godono la giornata sotto il sole. La legge prevede che anche la museruola sia tra gli oggetti da tenere portata di mano: benché la si voglia evitare quanto più possibile, il proprietario del cane deve averla a disposizione e usarla qualora si creino situazioni di rischio per l’incolumità di altri animali o persone, oppure quando esplicitamente richiesto da un’autorità.

Sempre in ottica di tutela del proprio amico a quattro zampe e della serenità della vacanza, è bene portare con sé anche i documenti sanitari del cane e fare una lista dei più vicini veterinari o dei centri veterinari di emergenza.

Una volta messe in pratica queste poche ma indispensabili regole, ci si può dedicare solamente a una cosa: una serena e divertente giornata cane-padrone, da mettere nell’album dei ricordi più belli!

Potrebbe interessarti anche

Bambini in spiaggia: i consigli per proteggerli e farli divertire

Giocare in piena libertà sulla sabbia è ciò che ogni…

Bonus Vacanze 2020, come funziona e come richiederlo

Scopriamo insieme come funziona e cosa bisogna fare per…

Fase 3: ritorniamo a viaggiare

I nostri consigli e le informazioni utili per organizzare…