È uno scrigno di emozioni e custode di una natura capace di sorprendere: si tratta dell’Acquario di Genova, orgoglio della città genovese che dal 1992 fa sognare grandi e bambini, accompagnandoli per mano alla scoperta dei segreti del mondo sommerso. 

La grandiosa struttura dell’acquario rappresenta l’esposizione di biodiversità sottomarina più grande d’Europa: nei suoi 27.000 metri quadrati l’acquario accoglie 600 diverse specie di fauna e flora ospitandole in 70 diversi ambienti che ricreano alla perfezione gli habitat dei più diversi ecosistemi del Pianeta.

Una visita all’acquario di Genova con bambini al seguito si può facilmente trasformare in un ricordo indimenticabile, ma questo luogo magico è in grado di far tornare un po’ bambini anche gli adulti più seri e strappare loro un sorriso spontaneo mentre osservano dei simpatici pinguini giocare o i delfini nuotare sinuosi. Ma quali meraviglie aspettarsi da una visita all’Acquario tra i più famosi d’Italia? Scopriamone qualcuna.

Cosa vedere all’Acquario di Genova?

La ricchezza degli ambienti dell’acquario genera un vortice di emozioni in ogni visitatore. Non capita tutti i giorni di essere a tu per tu con i più affascinanti abitanti del mare e un tour della struttura sa essere sia altamente istruttivo per i più piccoli, ma anche una vera e propria immersione nel puro stupore.

L’acquario ha subito nel corso degli anni diversi ampliamenti, arricchendosi di sempre nuove vasche e di esperienze nuove e coinvolgenti. Tra i suoi percorsi si nascondono alcune delle specie animali e vegetali delle più rare e avere l’opportunità di ammirarle, anche senza bombole, pinne ed un brevetto di sub, è un’occasione da non perdere.

Il percorso di visita all’Acquario si snoda tra diversi scenari, divisi principalmente in tre macrosezioni. I visitatori che entrano nell’acquario vengono innanzitutto salutati dal video
mapping della sala Pianeta Blu, che mostra immagini spettacolari dagli oceani e dai mari del mondo e che illustra l’importanza dell’acqua per la vita e le comunicazioni tra i popoli.

Dopodiché sono 40 le grandi vasche che catapultano gli ospiti dell’acquario nell’universo sconosciuto e suggestivo che vive sotto la superficie del mare. Tra la grotta delle murene, la baia degli squali, le isole delle foche e una tappa nel regno dei ghiacci per conoscere i pinguini, l’acquario di Genova offre anche l’opportunità di osservare i lamantini, animali leggendari da cui deriverebbe il mito delle sirene. La struttura di Genova è l’unica in Italia, nonché una delle sole 10 in Europa, ad ospitare questa rara specie e preservarla dall’estinzione.

Il Padiglione Cetacei è invece costituito da 4 vasche all’aperto, opera dell’architetto di fama mondiale Renzo Piano ed inaugurate nel 2013: tutti i bambini restano col fiato sospeso guardando stupefatti i tursiopi, ossia i tipici delfini costieri, sia dal piano superiore dell’installazione, da sopra il pelo dell’acqua, che dal piano inferiore da un’insolita prospettiva subacquea.

Le vasche del Padiglione Biodiversità infine sono situate all’interno della Nave Italia, ormeggiata nel Porto Antico di Genova e regalano l’occasione di vedere da vicino storioni e barriere coralline dove nuotano spensierati le copie di Nemo e Dory, beniamini del cartone animato “Alla ricerca di Nemo”. Ma anche mari tropicali popolati da giganteschi pesci Napoleone, pesci palla e squali zebra. Attrazione principale di quest’area dell’acquario è la vasca tattile, che dà ai visitatori l’opportunità di accarezzare eleganti esemplari di razza.

Le esperienze da non perdere all’Acquario di Genova

Fiore all’occhiello dell’acquario, oltre ai suoi scenari appassionanti, sono le esperienze immersive che consentono un contatto più ravvicinato con animali come delfini e pinguini: a loro sono dedicate speciali visite “a tu per tu” nelle quali gli ospiti sono invitati ad un’interazione più diretta con i loro animali preferiti e possono imparare come vengono accuditi e nutriti ogni giorno.

Inoltre, l’Acquario di Genova permette anche di partecipare agli avvincenti incontri con lo staff, sessioni di domande e risposte in cui i membri della squadra del parco si mettono a disposizione per svelare i segreti del loro lavoro e del regno marino.

Una delle esperienze all’acquario davvero impossibile da dimenticare per i più piccini è certamente la notte in compagnia degli squali: un’intera nottata da trascorrere con i grandi predatori dei mari, tra esplorazioni entusiasmanti, dolci sogni su brandine appositamente allestite accanto alle vasche ed una golosa colazione: cosa può esserci di più bello per un bimbo?

L’acquario non dimentica però certo gli adulti e per loro ha ideato una raffinata esperienza multisensoriale chiamata Cena Emozionale: una romantica cena all’acquario che riesce a stimolare tutti i sensi ed a trasformarsi in una di quelle avventure di coppia da conservare gelosamente nel cassetto dei ricordi più belli.

Altri ambienti da esplorare

Oltre all’Acquario, è possibile visitare anche la Biosfera, il Galata Museo del Mare, il sommergibile Nazario Sauro e l’Ascensore Panoramico Bigo. La Biosfera è la sfera di vetro e acciaio, anch’essa progettata da Renzo Piano, che decora il porto di Genova e che racchiude al suo interno 150 specie di piante tropicali, tra le quali felci arboree, la pianta del caffè, il banano e l’albero della gomma, che è sicuramente molto curioso osservare dal vivo. La fauna comprende invece diverse specie decisamente interessanti come l’ibis scarlatto.

Il Galata Museo del Mare è invece un moderno museo marittimo di 4 piani, incentrato sul delicato rapporto tra uomo e mare: guidando i visitatori attraverso i secoli, porta a scoprire quanto sia cambiato il rapporto con questo elemento della natura ed a scoprire antichi velieri, piroscafi ed affascinanti oggetti recuperati dalle navi. Si può scoprire qui anche il Sottomarino Nazario Sauro e soddisfare molte curiosità circa questo particolare mezzo di trasporto.

Dall’ascensore Bigo infine, sempre opera di Piano, si può avere un punto di vista inusuale sulla città ligure, i suoi tetti ed i suoi splendidi vicoli storici.

Il Bigo - Genova

Acquario di Genova: informazioni utili

Visitabile tutto l’anno, 365 giorni all’anno, gli orari dell’Acquario di Genova sono generalmente dalle 10:00 alle 20:00 per i giorni feriali e dalle 09:00 alle 20:00 per quanto riguarda sabato, domenica e festivi. I prezzi dell’Acquario di Genova possono variare a seconda che si opti per un ingresso singolo ad una delle sue attrazioni o per ingressi combinati in più di una struttura, ma possono anche essere modificati periodicamente durante l’anno.

Sono poi molte le offerte che l’Acquario di Genova mette a disposizione, come sconti per i residenti o convenienti combinazioni di ingressi, esperienze o momenti di ristoro al Bar Tender, che possono essere colazioni, pranzi o veloci spuntini.

I biglietti per l’Acquario di Genova sono acquistabili direttamente in cassa oppure online, scegliendo tra quelli con data fissa oppure quelli open, che permettono di accedere alla struttura quando si desidera: il biglietto più economico risulta generalmente quello con data fissa acquistato preventivamente online. I bambini da 0 a 3 anni entrano gratis, mentre quelli dai 4 ai 12 anni hanno diritto a sconti consistenti.

Militari, disabili ed accompagnatori ed over 65 anni godono anch’essi di speciali sconti: il consiglio è quello di controllare sempre il sito web dell’acquario, per verificare le informazioni in tempo reale ed approfittare della migliore offerta disponibile per il periodo in cui si decide di visitare l’acquario.

NOTA: al momento, orari di apertura, tariffe ed accessibilità dell’Acquario di Genova sono pesantemente modificate dall’emergenza sanitaria in corso. Sul sito www.acquariodigenova.it si trovano dettagliate informazioni al riguardo ed aggiornamenti costanti sulla situazione.

Come arrivare all’Acquario di Genova e dove posteggiare

Per raggiungere l’Acquario si può optare per i mezzi pubblici, prendendo un treno per la stazione di Genova Piazza Principe e camminando poi per circa un quarto d’ora verso l’attrazione, oppure scegliendo le stazioni di Genova Brignole o Marittima, e prendendo poi un autobus o la metro verso l’acquario.

Scegliendo di arrivare in auto, è necessario uscire dall’autostrada a Genova Ovest e seguire le indicazioni per il Centro. Il parcheggio dell’Acquario di Genova è aperto tutti i giorni 24 ore su 24 e mette a disposizione 167 posti auto totali, ma la città dispone in ogni caso di numerose altre soluzioni per posteggiare.

Dedicarsi ad una vera avventura sotto i mari è insomma incredibilmente semplice: pronti a farvi sbalordire dalla bellezza del regno dei mari? 

Potrebbe interessarti anche

I 10 borghi medievali più belli della Toscana

Alla scoperta dei borghi più incantevoli e ricchi di storia…

I parchi del Trentino-Alto Adige

Gli 8 parchi più belli da visitare per immergersi nella…

Vacanze in Basilicata

10 cose da fare e vedere assolutamente in questa splendida…