Il patrimonio culturale italiano è un immenso caleidoscopio di arti e bellezza, a cui il mondo intero riconosce un valore inestimabile: viaggiatori provenienti da ogni parte del pianeta fanno a gara per potersi immergere nello splendore di città d’arte, musei, gallerie ed esposizioni Made in Italy e, fortunatamente, sono molti anche gli italiani ad apprezzare profondamente la ricchezza del nostro paese.

Nonostante la contingente emergenza sanitaria abbia obbligato all’applicazione di misure inusuali di riduzione degli spostamenti, distanziamento sociale e chiusura temporanea dei luoghi della cultura, un tale scrigno non poteva certo restare a porte serrate: grazie all’aiuto del web e della digitalizzazione infatti le sale di molti dei più straordinari musei italiani hanno potuto accogliere, almeno virtualmente, i loro curiosi ospiti.

Attraverso gli schermi di PC, smartphone e tablet è oggi possibile effettuare tour virtuali di musei, pinacoteche, mostre, collezioni e molto altro, dal comfort della propria abitazione, per non smettere nemmeno ora di esplorare il mondo, in tutta sicurezza.

Quali sono i migliori virtual tour dei musei italiani da non perdere? Ecco qualche prezioso suggerimento.

Museo Egizio di Torino:

virtual tour indimenticabile

Il Museo Egizio di Torino si colloca per importanza al secondo posto tra i musei incentrati sulla civiltà egizia, subito dopo quello del Cairo. Le sue iniziative in favore degli appassionati che lo visitano sono sempre state un fermento di creatività e intrattenimento: i curatori del museo non si sono smentiti nemmeno durante questo difficile periodo di pandemia ed hanno offerto al loro pubblico una serie di originali iniziative.

Innanzitutto, i pezzi più particolari della collezione museale sono accessibili online grazie ad approfondite video pillole che i curatori del museo raccontano sul canale YouTube del Museo. Inoltre, è possibile avventurarsi in un virtual tour della mostra temporanea “Archeologia Invisibile”, allestimento che si propone lo scopo di svelare i segreti di un mestiere antico e affascinante, quello dell’archeologo, che grazie alle moderne scienze diventa se possibile ancora più coinvolgente ed evoluto.

La mostra è completamente accessibile online grazie a fedeli riproduzioni 3D che consentono di muoversi tra le sue sale e vetrine, scoprendone ogni reperto e integrando una visita immersiva a emozionanti elementi multimediali come video e descrizioni interattive.

Sono inoltre diventate celebri in rete le Passeggiate del Direttore, l’iniziativa che ha coinvolto proprio il direttore del museo, Christian Greco, e lo ha visto accompagnare i visitatori virtuali in appassionanti tour alla volta dei più sorprendenti pezzi della collezione torinese.

Pur non essendo quello egizio tipicamente uno dei musei virtuali per bambini, è innegabile quanto antichi faraoni, mummie e geroglifici siano in grado di esercitare sui più piccoli un fascino irresistibile. I curatori del museo di Torino hanno pensato anche a loro, dedicando ai giovani appassionati di storia iniziative come la Stelevisione o L’Antico Egitto fai da te: mentre la prima è una collezione di interviste che piccolissimi giornalisti hanno realizzato agli egittologi del museo, la seconda è un mix di laboratori e video tutorial per scatenare le doti artigianali dei bimbi.

Tour Virtuale dei Musei Vaticani

Anche i Musei Vaticani sono riusciti ad aprire digitalmente i loro percorsi di cultura agli ospiti interessati a scoprirli. Sono infatti diversi gli itinerari tematici e i tour virtuali che i Musei hanno messo a disposizione sul web: è sufficiente collegarsi direttamente al sito del polo museale per lanciarsi in emozionanti passeggiate a 360° tra gli spettacolari ambienti e capolavori qui custoditi. 

Bastano pochi click per incamminarsi in una visita digitale della Cappella Sistina e dei suoi affreschi mozzafiato, oppure per avventurarsi in un virtual tour delle Stanze di Raffaello, le sale magistralmente affrescate dall’artista di Urbino. È possibile anche sbirciare nell’imponente Braccio Nuovo, la galleria lunga ben 68 metri creata agli inizi del XIX secolo per ospitare una collezione unica di sculture classiche.

Non mancano anche virtual tours delle Sale Sistine, della Galleria di Urbano VIII, della Sala dei Papiri, del Museo Pio Clementino o del Museo Chiaramonti: insomma, anche comodamente seduti sul divano di casa è possibile fare un tuffo in queste meraviglie, che riescono a toccare il cuore anche nella loro versione virtuale.

Gli Uffizi, musei virtuali

Un museo di prestigio come le Gallerie degli Uffizi a Firenze non poteva certo abbandonare gli amanti dell’arte e del bello e ha infatti dato vita all’iniziativa Ipervision, un progetto di virtual tours che permette anch’esso un accesso digitale alle preziose opere del sito e consente una visione a 360° delle sue sale.

Le visite virtuali alle Gallerie sono organizzate in differenti percorsi tematici, che puntano a guidare gli utenti online attraverso itinerari che coinvolgano attivamente sia i semplici curiosi che i più esperti estimatori d’arte: i tour consentono di muoversi digitalmente tra immagini ad altissima definizione delle opere del museo, accompagnati da dettagliate schede di approfondimento.

Non semplici tour, insomma, ma vere e proprie visite guidate che anziché far entrare le persone al museo, veicolano la bellezza intramontabile in esso contenuta direttamente nelle case degli italiani. Tra i virtual tour più interessanti la Botticelli Spring Marathon, Rinascenza e l’itinerario Sulle tracce di Traiano, ma anche i Gioielli degli Uffizi, On Being Present e Nella Luce Degli Angeli.

MUSE di Trento

Il MUSE, ossia il Museo delle Scienze di Trento è da sempre impegnato nell’offrire anche alle famiglie e ai piccoli visitatori tour su misura e modalità di esplorazione che sapessero essere entusiasmanti per i più piccini e per i ragazzi, ma anche per gli adulti che li accompagnano nella scoperta culturale.

Durante la crisi sanitaria il Muse non si è smentito: le sue proposte digitalizzate racchiudono diverse iniziative virtuali tutte altrettanto stimolanti per un pubblico di piccoli e grandi
appassionati
di geologia, biologia, astronomia e tutte le altre scienze trattate dall’ampia offerta culturale del sito. 

Si può ad esempio partecipare qui allo Step by Step, una visita museale a portata di PC, accessibile tramite il canale YouTube del museo, oppure curiosare tra i materiali didattici e i video documentari di Per curios* di natura. Anche il profilo Instagram del museo vede la nascita della serie “Ricercatori in pantofole”, piccoli incontri con i ricercatori del MUSE che raccontano la loro attività in questo particolare periodo. Su Facebook invece il protagonista è Pillole di MUSE #iorestoacasa con la natura, una vivace collezione di contributi scientifici.

Anche l’iniziativa Mettiti in gioco contribuisce a rendere il MUSE uno dei musei virtuali per bambini più apprezzati: corsi e tutorial attraverso i quali i ragazzi più grandi possono imparare a disegnare in 3D, programmare e animare video e grafiche.

Pinacoteca di Brera

Un’istituzione prestigiosa come la Pinacoteca di Brera non poteva esimersi dal rendere digitale tutta la sua collezione: il museo ha infatti digitalizzato tutte le sue opere, che ora sono a disposizione del pubblico anche in rete, organizzate con precisione per artista, periodo storico, tecnica utilizzata e sale espositive.

Immagini in alta definizione, che consentono all’osservatore di ammirare anche i più nascosti dettagli dei propri quadri preferiti: il bacio di Hayez, il Cristo Morto di Mantegna o l’Enfant Gras di Modigliani non avranno più segreti.

Anche il canale Youtube della Pinacoteca si è arricchito di materiali di approfondimento, racconti per bambini e presentazioni delle opere delle collezioni raccontate dai membri dello staff.

Non sono ovviamente solo questi i grandi nomi del panorama culturale italiano ad aver lanciato interessanti spunti online: sul sito del Mibact infatti è possibile trovare raccolti sotto lo slogan “La cultura non si ferma” tutti i principali luoghi della cultura italiani che hanno creato proposte online, virtual tour, intrattenimento sui social media, canali YouTube dedicati o altre simili idee che possano contribuire a tenere vivo l’interesse verso la straordinaria proposta artistica dell’Italia. In attesa di poter riaprire definitivamente le porte e tornare, finalmente, a vivere la cultura con tutti e cinque i sensi.

Potrebbe interessarti anche

10 luoghi incantati

Alla scoperta dei posti più magici e suggestivi dell’intera…

I 10 musei più insoliti d’Italia

Dal museo del gelato a quello dei lucchetti: scopri i musei…

I 10 giardini più belli e famosi d’Italia

Veri angoli di tranquillità, per immergersi nel verde più…