Le Terme di Abano, in provincia di Padova, sono la più grande stazione termale d’Europa. Insieme a Montegrotto, quest’area conta 100 stabilimenti termali che offrono terapie e cure naturali di ogni genere e 240 piscine interne ed esterne.

Si tratta di acque salso-bromo-iodica ipertermali utili per le terapie inalatorie per curare raffreddori, bronchiti, sinusiti e altri disturbi dell’apparato respiratorio. Immergendosi in acqua, invece, è possibile intervenire per alleviare problemi alla muscolatura e alle articolazioni.

Nei pressi dei centri termali ci sono diversi hotel e strutture ricettive dove è possibile dormire, mangiare e rilassarsi per un weekend o una vacanza all’insegna del relax.

Abano Terme è la più grande stazione termale d'Europa

Centro termale di Abano Terme: informazioni utili

Tutti gli hotel delle Terme Euganee dispongono di un centro termale interno dove lavorano professionisti sanitari qualificati e convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale, per cui al loro interno è possibile praticare principalmente terapie inalatorie e idrokinesiterapia.

Presso il centro termale di Abano Terme è possibile sottoporsi ai fanghi termali, che sono fanghi DOC certificati brevettati a livello europeo. Sono efficaci per dare sollievo a chi soffre di patologie osteoarticolari come artrosi e osteoporosi, malattie reumatiche di tipo infiammatorio, traumi sportivi e dolori. Trattandosi di una terapia naturale, i fanghi sono privi di effetti collaterali, mentre in ambito estetico vengono usati per trattamenti contro la cellulite.

I periodi migliori per godersi le terme ad Abano Terme sono la primavera e l’autunno, questo perché in estate il centro è più affollato e il caldo potrebbe rendere meno piacevole il relax in acqua.

Terme di Abano: dove si trovano?

Abano Terme è il centro più grande delle Terme Euganee, si trova a nord est dei colli Euganei, nell’area metropolitana di Padova.

Si può raggiungere in autostrada, con la A4 MI-VE (uscita Padova Ovest) e con la A13 BO-PD (uscita Terme Euganee) mentre in treno la stazione di riferimento è la Stazione Terme Euganee – Abano Montegrotto.

Le Terme di Abano sono circondate dal Parco regionale dei Colli Euganei, circa 19 ettari che è possibile esplorare a piedi, in auto o in bicicletta.

I Colli Euganei, in provincia di Padova

Terme di Abano: prezzi d’ingresso

I prezzi di ingresso alle Terme di Abano cambiano a seconda dello stabilimento / hotel dove si desidera soggiornare. Ci sono infatti diversi hotel con terme e centro wellness dalle 2 stelle alle 5 stelle, a due passi dal Parco Regionale dei Colli Euganei.

Ci sono diverse tipologie di ingresso che gli ospiti degli stabilimenti possono acquistare:

  • entrata giornaliera (a partire da 30 euro)
  • entrata pausa pranzo 13 / 15 (a partire da 10 euro)
  • entrata pomeridiana (a partire da 20 euro)
  • entrata serale (a partire da 15 euro)

Gli hotel danno poi la possibilità di acquistare dei pacchetti con combinazioni di pernottamento e i costi cambiano a seconda della tipologia di stanza, degli eventuali trattamenti e pasti inclusi.

Dove dormire alle Terme di Abano

A parte poche eccezioni come il Columbus (una delle piscine più economiche delle Terme Euganee) e la piscina comunale di Abano, tutte le piscine termali dei Colli Euganei si trovano all’interno di un hotel.

Le due città principali delle Terme Euganee sono Abano Terme e Montegrotto Terme, dove si concentrano la quasi totalità degli stabilimenti termali e degli hotel, di ogni categoria (anche se la maggior parte sono hotel 4 o 5 stelle, ma è possibile anche trovare qualche 3 stelle). Diversi hotel anche a 4 stelle partono dai 50-60€ a testa a notte (solo con prima colazione) e sono tutti convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale.

Le due città principali delle Terme Euganee sono Abano Terme e Montegrotto Terme

Terme di Abano: è possibile entrare con bambini?

Negli stabilimenti di Abano Terme tutti possono approfittare delle acque calde, che arrivano tra i 32 e i 36°, bambini compresi. Non ci sono controindicazioni, bisogna solo verificare che la struttura scelta accetti i più piccoli e non sia adult-only.

Quando si entra in piscina con i bambini basta seguire le raccomandazioni per la sicurezza suggerite dallo stabilimento. I più piccoli possono fare il bagno nell’acqua calda, ma a seconda dell’età (o in presenza di particolari condizioni fisiche) è bene non superare il limite massimo di permanenza in acqua consigliato dalla struttura.

Potrebbe interessarti anche

Terme Ischia: quali sono le più belle sorgenti dell’isola

Le migliori terme naturali d’Italia e non solo: scopri i…

Terme Montegrotto: il luogo ideale per trascorrere una pausa rigenerante

Le migliori terme naturali d’Italia e non solo: scopri i…

Terme di Galzignano: sorgenti di acqua termale salso-bromo-iodica

Le migliori terme naturali d’Italia e non solo: scopri i…