Situata su una delle coste italiane più vivaci e storicamente votate a un’accogliente ospitalità turistica, Cattolica si affaccia sull’Adriatico e offre ai suoi visitatori un numero sorprendente di attrazioni. Che si scelga di visitarla in compagnia di amici, partner o accompagnati dai propri figli di ogni età, riserva un intrattenimento su misura per tutti. 

Tra le mete della città maggiormente apprezzate, specialmente per chi è in viaggio in famiglia, c’è l’Acquario di Cattolica, uno straordinario centro dedicato alla vita marina che attrae un grande numero di curiosi ogni anno, interessati a scoprire di più sulla vita sotto il pelo dell’acqua.

Inaugurato nel 2000 e ospitato all’interno del vecchio complesso edilizio “Le Navi”, magistralmente riqualificato e restaurato, l’Acquario si è espanso nel corso degli anni, fino ad arrivare oggi a ospitare più di 100 vasche e circa 3.000 esemplari appartenenti a 400 diverse specie animali.

Visitare l’Acquario di Cattolica con i bambini è un modo emozionante per far scoprire loro tutti i segreti di un universo generalmente inaccessibile e sensibilizzarli inoltre sulla fragilità degli ecosistemi marini, fluviali e lacustri, costantemente minacciati dai comportamenti scorretti della popolazione umana del pianeta: una delle missioni dell’acquario è proprio quella di mostrare la delicatezza del secolare rapporto tra l’uomo e i mari della Terra.

Una giornata qui è un viaggio entusiasmante e coinvolgente, per bambini di ogni età e adulti disposti a lasciarsi stupire dalla bellezza della Natura.

Acquario di Cattolica con i bambini: come visitarlo?

Per aiutare i visitatori a orientarsi all’interno dei suoi enormi spazi, l’Acquario di Cattolica ha ideato quattro differenti percorsi di scoperta, ognuno contraddistinto da un colore e dedicato all’incontro con particolari specie marine: è possibile scegliere tra il Percorso Blu, il Percorso Giallo, il Percorso Viola e il Percorso Verde.

Il percorso Blu

Il Blu è l’itinerario più articolato, lungo e frequentato dell’Acquario e tra i suoi protagonisti ci sono i rappresentanti più suggestivi della fauna provenienti sia dal Mar Mediterraneo che dagli ambienti del Mar Rosso e dei grandi Oceani del Pianeta. È possibile qui avere un incontro ravvicinato con gli squali, come gli squali nutrice e gli squali toro, ma anche osservare i simpaticissimi pinguini in perfette riproduzioni del loro habitat: oltre a conoscere le loro abitudini, il parco si propone di educare i suoi piccoli e grandi ospiti alla conservazione e alla tutela di questi affascinanti pennuti.

Non mancano le vasche delle meduse, tanto temute quanto seducenti con le loro forme, i loro colori ed i loro movimenti sinuosi, ed infine la vasca tattile, dove il pubblico ha l’opportunità di accarezzare i meravigliosi Trigoni, splendide razze della famiglia Dasyatidae.

Il percorso Giallo

L’ingresso giallo consente invece di fare la conoscenza di una specie estremamente simpatica e socievole: le lontre, in particolare le lontre dalle piccole unghie orientali, le più piccole al mondo, la cui sopravvivenza è purtroppo minacciata dal degrado dei loro ambienti naturali e dalla caccia. Popola il percorso giallo anche il caimano nano, il più piccolo alligatore sulla Terra proveniente dal Sud America e, come molte altre specie animali, tristemente a rischio di estinzione.

Il percorso Verde

Il verde di questo percorso richiama il colore tipico dei suoi protagonisti principali: i rettili.
Durante una passeggiata per le sale espositive che compongono questo itinerario è infatti possibile osservare alcuni dei più curiosi esemplari di rettili tra i quali numerose specie di serpenti, le iguane, le lucertole, i gechi e gli sbalorditivi camaleonti, che diventano facilmente gli idoli dei bimbi per la loro mutevole livrea.

Il percorso Viola

Quello viola è infine un percorso interattivo, ideato perché i più piccoli visitatori (ma non solo) possano rimanere a bocca aperta di fronte a ciò che abita i più profondi abissi marini. Il titolo ufficiale della mostra è infatti “Abissi terra aliena” e qui si possono incontrare alcune delle più strane creature del pianeta sommerso, che si sono adattate all’assenza di luce ed alle temperature gelide dei fondali trasformandosi in forme di vita assolutamente fuori dal comune per forme, colori e dimensioni.

Visitare l’Acquario di Cattolica con i bambini: esperienze extra

Come spesso succede, gli acquari non si limitano a offrire solamente percorsi di visita, ma propongono anche esperienze extra per grandi e piccini, che rendano la loro avventura all’acquario ancora più indimenticabile.

All’Acquario di Cattolica, ad esempio, è possibile controllare gli orari dei pasti dei più amati animali, come pinguini o squali, per assistere al momento in cui gli addetti nutrono questi magnifici esemplari. Ma si possono anche prenotare incontri speciali ed esperienze esclusive, come il Dietro le quinte, ovvero un ingresso alle aree generalmente inaccessibili della struttura a tu per tu con i membri dello staff.

Oppure l’interessante appuntamento Voci dal mare, un favoloso dialogo con la barriera corallina, ma anche I Segreti del Rettilario, una vera festa per i bambini che sono ammaliati dai rettili e dalle loro strategie di sopravvivenza, e il Piccolo Veterinario, un momento dedicato ai giovanissimi che diventano per qualche ora veri dottori dei loro animali peluche.

Ma le emozioni non finiscono qui perché i bambini all’Acquario di Cattolica possono anche dedicarsi ad un’esperienza multisensoriale, Tutti al Polo Sud, incentrata attorno alla vita delle loro mascotte, i pinguini imperatore, tra giochi e percorsi a ostacoli oppure trascorrere addirittura un’intera notte tra gli squali, dormendo proprio accanto alle enormi vasche degli squali toro: una serata impossibile da dimenticare.

Informazioni utili: orari e prezzi dell’Acquario di Cattolica

Per una visita completa dell’acquario è bene considerare almeno tre ore, ma il tempo da dedicare alla sua esplorazione può essere modulato senza problemi, per una magica giornata in famiglia.

I prezzi dell’Acquario di Cattolica sono differenti se si sceglie di acquistare i biglietti online o alle casse: prendendoli sul sito si risparmia qualche euro e si saltano inoltre le code all’ingresso. I bambini fino a 1 metro di altezza entrano gratis ed esistono anche sconti speciali per bambini da 100 a 140 cm.

Allo stesso modo, sono applicate tariffe più convenienti agli over 65, ai disabili e ai loro accompagnatori, e sono anche previsti abbonamenti annuali, tariffe particolari per gruppi e scolaresche e convenzioni per l’acquisto di biglietti combinati, ad esempio con Italia in Miniatura.

Gli orari dell’Acquario di Cattolica variano invece in base al periodo dell’anno, ma generalmente la struttura apre le porte tra le 09:30 e le 10:00 del mattino e chiude i battenti tra le 18:00 e le 20:00. Le biglietterie interrompono però la loro attività qualche ora prima dell’orario generale di chiusura indicato.

NOTA: al momento, orari di apertura, tariffe ed accessibilità dell’Acquario di Cattolica sono pesantemente modificate dall’emergenza sanitaria in corso. Sul sito www.acquariodicattolica.it si trovano dettagliate informazioni al riguardo e aggiornamenti costanti sulla situazione.

Come arrivare all’Acquario di Cattolica

È possibile arrivare all’Acquario di Cattolica in auto, posteggiando negli ampi parcheggi per automobili e camper nei pressi del centro. Chi desidera arrivare con i mezzi pubblici può invece raggiungere la città in treno, fermarsi alla stazione FS di Cattolica, e utilizzare poi il bus n°125 per arrivare a pochi metri dall’acquario, scendendo alla fermata 71 chiamata proprio Acquario di Cattolica.

Facile da raggiungere insomma, e strabiliante da visitare!

Potrebbe interessarti anche

Monza per bambini: idee e attività per famiglie

Scopri cosa fare e cosa vedere durante una gita a Monza con…

Cosa fare con i bambini in Lombardia

La Lombardia è una regione ricca di attività da fare con i…

Pisa: cosa vedere con i bambini?

Scopri cosa fare a Pisa e dintorni con i bambini: tante…