Uno specchio d’acqua dalle infinite sfumature, nel quale si specchiano le più suggestive cime delle Dolomiti: non si potrebbe chiedere di più ad un paesaggio di montagna. Il Lago di Braies è una delle attrazioni di cui il Trentino-Alto Adige è più fiero e sono migliaia i turisti che ogni anno raggiungono questo luogo magico per scampagnate in una natura mozzafiato, pic-nic nel verde ed una sana boccata di aria fresca.

Le acque smeraldo del Lago di Braies sono circondate da una rigogliosa vegetazione ed emanano un fascino raro in ogni stagione. Il lago si è meritato a pieno titolo sia di entrare a far parte dei siti Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO, sia di ricevere l’appellativo di “perla delle Dolomiti”: il panorama ammirabile in questo angolo dell’Alto Adige è incredibilmente pittoresco, difficile da raccontare a parole e assolutamente da vivere in prima persona. Scopriamo quindi come raggiungere il Lago di Braies e come godere appieno di questo meraviglioso scorcio montano.

Lago di Braies: dove si trova?

Il lago di Braies si trova in Alto Adige, nel comune di Braies, nel cuore dell’omonima Valle di Braies situata in Alta Pusteria. È immerso nel meraviglioso Parco Naturale di Fanes-Senes-Braies, e dista circa 97 chilometri dalla città di Bolzano. Ha una superficie di 31 ettari ed una profondità massima di 36 metri. I suoi colori spettacolari sono collocati ad un’altitudine di 1.496 m s.l.m. mentre il perimetro delle sue rive misura circa 3,5 km.

Le Dolomiti di Braies si affacciano sul lago ed uno degli scorci più amati di quest’area è proprio quello che vede la parete rocciosa dell’imponente Croda del Becco (2810 metri s.l.m.) tuffarsi nel turchese del celebre laghetto. Ma come raggiungere il Lago di Braies? È semplice, sia con un’auto propria che con i mezzi pubblici.

Come arrivare al  Lago di Braies?

È possibile raggiungere le sponde del lago in diversi modi: a piedi, a bordo di un’automobile o sfruttando i collegamenti pubblici a disposizione. 

Arrivare al Lago di Braies con la propria auto è il modo più pratico di accedere alla zona. È possibile raggiungere l’area attraverso la statale (SS49) della Val Pusteria. Chi giunge da ovest dovrà svoltare a destra dopo il paese di Monguelfo, per entrare nella Valle di Braies, mentre chi arriva da est dovrà girare a sinistra superata Villabassa. Una volta passate le località di Ferrara e San Vito, si arriva al fondo della valle dove è situato il rinomato Lago.

In zona sono presenti tre posteggi: uno nei pressi del lago, uno a circa 2 minuti di distanza e uno a 5 minuti a piedi. Sono tutti a pagamento ed ovviamente al diminuire della distanza con il Lago di Braies i prezzi salgono. È da tenere a mente che allo scopo di tutelare quest’area preziosa e conservare la sua tradizionale atmosfera tranquilla, durante gli affollati mesi estivi il traffico verso la Valle di Braies è limitato.

Nell’orario diurno da Luglio a Settembre, la strada che porta al lago viene infatti chiusa al traffico. È quindi opportuno prenotare il proprio posto auto pagandolo anticipatamente, o in alternativa lasciare l’auto nelle cittadine limitrofe e proseguire a piedi. Nei periodi di chiusura al traffico, il passaggio è garantito solamente a chi alloggia nelle strutture della zona o chi è diretto nei ristoranti locali.

Arrivare al Lago di Braies con i mezzi pubblici è un’opzione da considerare: è ecologica, comoda e anche veloce. La migliore opzione è quella di raggiungere in treno le stazioni di Monguelfo o Villabassa e proseguire in autobus fino al Lago: da Villabassa la linea da prendere è la 442 mentre da Monguelfo è la 439. È possibile prenotare i biglietti online sul sito dedicato e garantirsi così trasporto ed accesso alla valle.

Gli appassionati di escursioni a piedi o di cicloturismo possono raggiungere il Lago di Braies seguendo il sentiero n.1, intercettabile da Ferrara, che arriva direttamente nel cuore dell’area.

Cosa vedere al Lago di Braies

Una delle attività outdoor più amate dei visitatori del Lago di Braies è affrontare la passeggiata che si snoda lungo il suo perimetro: è percorribile in circa 1 ora e mezza
e praticabile con facilità da tutte le tipologie di camminatori. Il percorso parte dall’omonimo Hotel Lago di Braies e permette di osservare il lago da angolature uniche oltre che di fermarsi lungo il cammino per soste rigeneranti, pranzi al sacco o semplicemente per godere dello straordinario panorama.

È possibile anche navigare le meravigliose acque a bordo di tipiche imbarcazioni in legno, noleggiabili poco distante dall’Hotel, ed avere il privilegio di guardare il lago da un punto di vista decisamente particolare. Il silenzio ed il suono dei remi che si fanno largo tra le acque saranno gli unici rumori ad accompagnare i naviganti.  

Non è possibile fare il bagno nel Lago di Braies, ma è assolutamente consigliabile invece prendersi del tempo per sedersi lungo le rive dello specchio d’acqua e lasciare che pensieri e preoccupazioni si allontanino mentre le tinte del lago riempiono gli occhi di puro splendore. Se siete appassionati di serie TV, inoltre, potrete qui rivivere il set dell’amata serie TV di Rai1 “Un passo dal cielo”, ambientata in questo fortunato paesaggio.

Cosa vedere vicino al Lago di Braies

I dintorni di Braies non sono certo meno meritevoli di una visita. Il Parco Naturale Fanes-Senes-Braies è uno dei più estesi dell’Alto Adige, con più di 25 mila ettari di territorio protetto. È caratterizzato da maestose pareti rocciose, fitti boschi di conifere ed altopiani dove si aprono pascoli verdissimi punteggiati di fiori. Su queste montagne si snoda un dedalo di sentieri per il trekking, che guidano verso scenari dalla bellezza inimitabile, tipica dell’area dolomitica.

Il Parco custodisce oltre al Lago di Braies anche il Lago di Dobbiaco, meno frequentato della Perla delle Dolomiti ma non certo meno affascinante, e l’altopiano di Prato Piazza, un’alpe panoramica a 2000 metri di altitudine con una vista eccezionale sulla Croda Rossa, il Picco di Vallandro, le cime del Monte Cristallo ed il Massiccio delle Tofane.

Il paese di San Candido è inoltre raggiungibile in meno di mezz’ora ed è un tipico esempio di villaggio di montagna, dalle tinte pastello e dalle strade ordinate, dove la vita scorre ancora senza troppo stress: rilassarsi qui in uno dei suoi tavolini all’aperto è un’attività irrinunciabile quando si passa per queste incantevoli regioni del Trentino-Alto Adige.

Potrebbe interessarti anche

Lago di Resia

Storia e curiosità del famoso lago con il campanile

I parchi del Trentino-Alto Adige

Gli 8 parchi più belli da visitare per immergersi nella…

Un weekend a Trento

Una raffinatezza unica e la capacità di inserirsi…