Probabilmente non ci sono parole adatte per descrivere una città come Venezia: è un luogo praticamente unico al mondo, celebre in ogni angolo del pianeta per la sua struttura urbanistica a dir poco sorprendente e la sua incredibile ricchezza culturale. La Serenissima è certamente una delle città più belle al mondo e offre una varietà di punti di interesse da renderla un vero museo a cielo aperto. 

Le cose da fare a Venezia sono infinite, così come i musei da visitare e soprattutto le calle da percorrere, rigorosamente a bocca aperta e con lo sguardo totalmente ammaliato. Vedere Venezia in un giorno può essere considerato riduttivo, ma sono molti a chiedersi se sia possibile visitare la città nell’arco di poche ore.

Nonostante il suo ampio panorama artistico e i mille e più scorci da non perdere, è comunque possibile farsi un’idea di Venezia esplorandola in un giorno soltanto, oppure nel corso di un weekend. Una cosa è certa: l’impatto con la città sarà sbalorditivo e non si potrà fare a meno di sognare già la prossima visita.

Cosa fare e vedere a Venezia

Il bello del visitare una città completamente costruita sull’acqua è che non c’è bisogno di auto per girare tra le sue vie: Venezia è una destinazione perfetta per essere visitata a piedi percorrendo i suoi canali e attraversando i suoi innumerevoli ponticelli che creano un dedalo dal fascino irresistibile.

Il punto di partenza perfetto per un itinerario a Venezia di un giorno può senza dubbio essere Piazzale Roma, punto di snodo e capolinea di molti autobus e taxi d’acqua, poco distante anche dalla stazione di Venezia Santa Lucia. 

Da qui camminando verso sud si può raggiungere Campo Santa Margherita, una piazza vivace e molto frequentata dagli studenti della città nella quale si possono trovare numerosi bar, locali e ristoranti dal buon rapporto qualità-prezzo. Attraversando il Ponte dei Pugni si può arrivare poi fino a Campo San Barnaba, accorgendosi subito di una delle caratteristiche principali di Venezia: la presenza di un numero esorbitante di gondole, l’imbarcazione tipica della città che rappresenta Venezia in ogni cartolina, souvenir e fotografia.

Fare un giro in gondola, accompagnati da un gondoliere vestito in abiti tradizionali è certamente una delle attività da non perdere a Venezia, ma meglio riservare un rilassante giro tra i canali ad una visita di Venezia di più giorni, per goderselo con calma ed avere modo di fare un tour completo di Venezia a piedi senza correre troppo.

Proseguendo a camminare ancora verso la zona meridionale della città si possono raggiungere le meravigliose Gallerie dell’Accademia, che si trovano nel sestiere di Dorsoduro proprio ai piedi del ponte dell’Accademia, e che conservano una collezione unica di arte veneziana e veneta, soprattutto appartenente al periodo che va dal XIV al XVIII secolo: certamente una delle attrazioni imperdibili di Venezia.

Percorrendo il Ponte dell’Accademia si può godere di una vista eccezionale sulla maggiore via d’acqua della città, il Canal Grande, e sul suo costante brulicare di vita e di imbarcazioni che navigano in ogni direzione. Da qui, attraversando Campo Santo Stefano e passando proprio accanto alla Fenice è possibile giungere in pochi minuti fino in Piazza San Marco, cuore pulsante della Serenissima.

Il fulcro di Venezia: Piazza San Marco

L’imponente piazza riesce sempre a esercitare un certo charme sui suoi visitatori: si tratta infatti di uno slargo dai contorni fiabeschi, che può essere descritta come una sorta di immenso salotto di marmo. Inserirla nella classifica delle 10 cose da vedere a Venezia è praticamente d’obbligo.

Qui, oltre ad ammirare la magnificenza di quest’opera urbanistica è possibile anche visitare sia il Palazzo Ducale che l’edificio religioso più importante di Venezia, ossia la Basilica Cattedrale Patriarcale di San Marco più comunemente nota come Basilica di San Marco.
È assolutamente consigliata anche una tappa dell’adiacente Campanile di San Marco, poiché dal suo belvedere si possono scorgere alcune delle più belle viste sull’intera città.

Proseguendo lungo la Riva degli Schiavoni si può camminare sul Ponte della Paglia e da lì ammirare il celebre Ponte dei Sospiri, dal nome evocativo ma in realtà legato a poco piacevoli momenti: era infatti il ponte usato come passaggio dei reclusi dalle Prigioni Nuove agli uffici degli Inquisitori di Stato, per ottenere giudizio.

Cosa vedere a Venezia in un giorno: tra ponti e calle

Seguendo sempre Riva degli Schiavoni si può arrivare alla Basilica di SS. Giovanni e Paolo, luogo di sepoltura di numerosi dogi e visitabile a pagamento. Superando poi la rinascimentale Chiesa di S. Maria dei Miracoli e la Chiesa di S. Canciano si può andare alla scoperta di Calle Varisco, la strada più stretta di Venezia, larga solo 53 cm: per chi si chiede cosa vedere a Venezia di insolito, questa è certamente una delle mete, anche se non è semplicissimo trovarla.

Da qui la strada è breve per il Ponte di Rialto, anch’esso tra le icone della città, al quale è impossibile non scattare un numero infinito di fotografie prima di attraversarlo per osservare un’altra bellissima prospettiva sul Canal Grande.

Sulla strada che riporta poi al punto di partenza, Piazzale Roma, si incontrano la Chiesa dei Frari e la Scuola di San Rocco, due delle mete da vedere assolutamente a Venezia se si hanno un paio di giorni a disposizione: ospitano infatti dipinti di inestimabile valore firmati ad esempio da Tiziano e Tintoretto. Rientrando poi a Piazzale Roma, si può decidere, se si ha tempo, di gironzolare per l’arcipelago veneziano a bordo di comodi vaporetti.

Venezia e le sue isole

Tra le isole più belle che punteggiano la Laguna Veneta non si possono ovviamente non nominare Burano, l’isola dalle abitazioni color pastello e Murano, famosa nel mondo per la sua arte del vetro soffiato che si tramanda di generazione in generazione.

Da non perdere sono però anche l’Isola di Torcello, l’Isola della Giudecca o l’Isola di Mazzorbo: ognuno degli isolotti che circondano Venezia nasconde segreti e bellezze uniche che vale sicuramente la pena scoprire.

Potrebbe interessarti anche

Cosa fare a Treviso con i bambini

Castelli, monumenti, attività ludiche e giri in bici: ecco…

Cosa vedere a Verona in un giorno

Cosa vedere e cosa fare in una giornata alla scoperta di…

Lago di Garda con i bambini

Cosa fare e cosa vedere sul Lago di Garda con i bambini:…