La Campania è una regione con una grande tradizione culinaria, tramandata con orgoglio di generazione in generazione.  Alcune ricette sono parte così profonda della cultura locale, da essere diventate un vero e proprio simbolo per l’intera regione. La grande quantità di piatti tipici della Campania è frutto non solo di influenze storiche del passato, ma anche delle materie prime di ottima qualità che qui vengono utilizzate.

Se stai pensando a un soggiorno in questa regione, ecco alcune ricette e piatti tipici della Campania che dovrai assolutamente assaggiare.

I primi piatti tipici campani

Protagonista dei primi piatti tipici campani più conosciuti è senza ombra di dubbio la pasta. Quest’ultima viene prodotta e consumata sia fresca che secca, con differenti varianti e condimenti: da sempre presente in questo territorio, viene tutt’ora valorizzata con ricette di prim’ordine, nelle quali vengono inseriti sia condimenti di terra che di mare.

Quali sono i primi piatti tipici campani?

Pasta al ragù

Uno dei condimenti più diffusi per la pasta, semplice ma delizioso al tempo stesso, rimane sicuramente il ragù, diventato iconico per la regione e non solo. È infatti un classico per gli abitanti della Campania preparare con estrema pazienza il ragù tradizionale, soprattutto nei giorni festivi.

Pasta con sugo alla genovese

Tra i cibi più tipici campani non può di certo mancare anche il sugo alla genovese. Una nota curiosa è relativa al fatto che, anche se il nome sembrerebbe suggerire altro, in realtà il sugo alla genovese ha come suo luogo di nascita proprio la regione Campania, anche se esistono ancora oggi discussioni in merito all’origine della ricetta e sua paternità. Gli ingredienti utilizzati per la preparazione del sugo alla genovese sono sedano, carote, carne di manzo, cipolle e il gambetto di prosciutto. Anche per la preparazione di questo piatto servono tempo e tanta pazienza, perché il risultato dev’essere una crema densa e morbida. In abbinamento a questo condimento vengono generalmente scelti dei formati di pasta più ricercati, come ad esempio i paccheri.

Frittata di maccheroni

La frittata di maccheroni è un altro tra i primi piatti tipici campani che ha radici antiche: generalmente quando veniva preparata la pasta al ragù, capitava spesso di cucinarne appositamente quantità maggiori del dovuto, proprio per poter riutilizzare l’eccesso in una deliziosa frittata di maccheroni. Va fatta però una doverosa distinzione, ovvero tra la versione preparata a livello casalingo e quella che si può trovare in molte friggitorie. La prima è tipica della tradizione appena descritta, ovvero quella che utilizza l’eccesso di pasta cucinata in precedenza per preparare in modo rapido un piatto nutriente e completo, grazie all’aggiunta di uova e formaggio. La versione proposta nelle friggitorie è più tipica invece della cultura street food, e in questa alternativa si utilizzano spesso besciamella, pastella e ingredienti extra che possono andare dal prosciutto al fiordilatte, fino alla carne macinata con piselli e provolone.

I secondi piatti tipici campani

Anche i secondi piatti campani sono apprezzati da tutti coloro che provano la cucina di questa terra: utilizzano alimenti che derivano sia dalla carne che dal pesce fresco, sfruttando i prodotti tipici della Campania per dar vita a piatti al sapore straordinario.

Impepata di cozze

Un secondo piatto tradizionale della cucina campana è sicuramente l’impepata di cozze. Cucinato tradizionalmente durante la cena del Giovedì Santo, è un piatto che comunque caratterizza anche le giornate estive. Per la sua preparazione è necessario pulire le cozze, che vanno poi chiuse all’interno di una casseruola, lasciandole cuocere a fuoco moderato. Una volta aperte, le cozze vengono insaporite con prezzemolo fresco, olio e pepe. Un piatto perfetto da consumare assieme a un buon calice di vino bianco.

Salsiccia e friarielli

Nessuno riesce a rinunciare alla bontà di un piatto con salsiccia e friarielli. Questa ricetta tipica campana è particolarmente versatile, in quanto può essere gustata in differenti modalità e varianti. Con salsiccia e friarielli si possono infatti preparare dei deliziosi panini, ma la squisita combinazione può essere utilizzata anche come condimento per gustose pizze.

Casatiello

Un altro dei secondi piatti campani particolarmente noti è anche il casatiello che, tipico del periodo pasquale, viene comunque consumato tutto l’anno. Gli ingredienti per cucinare questa meraviglia culinaria sono farina, pepe, un pizzico di sale, sugna, uova sode e formaggi. Il casatiello può essere consumato come secondo, ma spesso viene anche servito insieme ad altri antipasti tipici campani.

Dolci tipici campani

Come in tutte le regioni, non sono di certo solo primi e secondi piatti a caratterizzare la cucina del territorio. Anche in Campania si trovano infatti moltissime ricette per preparare dei dolci deliziosi, adatti per ogni occasione! Molti di questi dolci tipici campani sono conosciuti in tutta Italia, diventando dei veri prodotti iconici per la gastronomia territoriale.

Pastiera

Tipica della Campania, la pastiera viene tradizionalmente preparata per la festività pasquale, ma ovviamente ciò non toglie che venga proposta in moltissime altre occasioni e festività. Per preparare questa ricetta campana sono necessari grano, ricotta e uova fresche, canditi e pasta frolla. La pastiera ha una sua ricetta di base, ma all’interno della regione moltissime persone si lasciano ispirare da diverse varianti basate su gusti personali e creatività. A cambiare non sono poi solo gli ingredienti, ma anche il processo stesso di preparazione, per creare mille alternative tutte ugualmente deliziose.

Babà

Dentro e fuori dal territorio campano, il babà ha riscosso ormai una notorietà ampia e un apprezzamento internazionale. È infatti facilissimo trovare la sua consistenza morbida e la sua tradizionale bagna di rum non solo in tutti i ristoranti campani, ma anche in molti ristoranti fuori regione, che si ispirano per i propri dolci alla tradizione campana.

Sfogliatella

Oltre ai babà, anche le sfogliatelle sono dolci tipici campani caratteristici e tradizionali. Questo dolce tipico viene proposto generalmente in due varianti: la sfogliatella riccia o la frolla. La differenza sostanziale tra le due è semplicemente l’involucro che avvolge la ricotta, i canditi e il semolino, che può essere realizzato con pasta sfoglia o con pasta frolla.

Questi sono solo alcuni dei piatti tipici della Campania, ma esistono ovviamente altre deliziose preparazioni culinarie che vale la pena scoprire durante un viaggio in questa affascinante regione italiana.

Potrebbe interessarti anche

Eurochocolate: la festa del cioccolato è a Perugia

Un viaggio alla scoperta della cucina campana, dai primi…

Piatti tipici siciliani

Primi, secondi, dolci: 14 piatti e ricette tipiche della…

Le più belle cantine d’Italia

Un tour alla scoperta delle cantine più suggestive della…