Quando si è alla ricerca di paesaggi fiabeschi, borghi autentici, tradizioni radicate nei secoli e sapori in grado di strabiliare il palato, non si può che puntare lo sguardo verso il Trentino: la Val di Fassa è una delle perle che questa regione racchiude nei suoi confini, nonché una delle destinazioni turistiche più gettonate. 

I panorami montani della Valle, i boschi, la ricca fauna, le piste da sci alla portata di tutti, le malghe, i torrenti e i verdissimi pascoli di questo piccolo paradiso sono il luogo ideale per abbandonarsi a vacanze in famiglia all’insegna del relax, del divertimento e di un rigenerante contatto con la natura.

Sono molte, infatti, le cose da vedere e le attività outdoor in cui grandi e piccini possono tuffarsi: quindi, cosa fare in Val di Fassa e come godersela al meglio se si è in viaggio con i propri bambini?

Dove si trova la Val di Fassa?

La Val di Fassa è una delle splendide valli dolomitiche che popolano il Trentino nord-orientale e si allunga per circa venti chilometri a ridosso del Torrente Avisio, che nasce dalla Marmolada e attraversa sia la Val di Fassa che le valli limitrofe.

I comuni che fanno parte della valle sono sei e si trovano in provincia di Trento: Canazei, situato all’estremità nord della Valle, Campitello di Fassa, Mazzin, Soraga di Fassa, Moena, al confine tra la Val di Fiemme e la Val di Fassa e San Giovanni di Fassa, che comprende le frazioni di Pozza di Fassa, celebre per le sue stazioni termali e Vigo di Fassa, oggi parte dei Borghi più Belli d’Italia grazie alle bellezze naturali e alla sua personalità tipicamente ladina.

I comuni della Valle hanno un’altitudine che varia dai 1.184 del centro di Moena ai circa 1.460 m.s.l.m. di Canazei e sono abbracciati dai gruppi montuosi tra i più straordinari della zona alpina: a fare da cornice alla Val di Fassa si trovano infatti il Catinaccio, la Marmolada, il Gruppo del Sella e il Gruppo del Sassolungo.

Soggiornare in uno dei comuni della valle offre l’opportunità di avere un punto di partenza privilegiato sia per le numerose escursioni estive effettuabili in queste zone, sia per godersi l’offerta invernale della Val di Fassa, contando sulla più accogliente ospitalità trentina e su un’eccezionale varietà di strutture ricettive, totalmente family friendly.

Gruppo del Sella e del Catinaccio

Cosa vedere in Val di Fassa in estate

Per assaporare appieno tutte le bellezze della Val di Fassa sarebbero necessarie diverse giornate di viaggio: la rete di sentieri escursionistici dell’area è infatti davvero estesa e disegna una ragnatela di percorsi alla portata di chiunque, di cui molti praticabili anche da famiglie con bambini piccoli a seguito.

Tra le escursioni più apprezzate dalle famiglie in viaggio c’è il percorso denominato Viel dal Pan, l’antica “via del pane”, un tempo percorsa dai mercanti e oggi frequentata dai turisti che non vogliono perdersi le sue viste mozzafiato sulla Marmolada. Per intercettare il percorso è sufficiente prendere da Canazei la cabinovia Belvedere, fino a Pecol e poi una seconda funivia che permette di raggiungere Col de Ross. Meta dell’escursione sono le acque cristalline del Lago di Fedaia, sulle quali si specchiano le vette della Marmolada.

Molto apprezzato dalle famiglie è anche il sentiero all’Alpe Lusia, che parte dalla stazione di Valbona a 1820 m.s.l.m., a breve distanza dallo Chalet Valbona, e raggiunge la verde e tranquilla Colvere, passando attraverso gli alpeggi del Lusia e boschi alpini fatati. Numerosi lungo il percorso i pannelli didattici che permettono ai più piccini, e non solo, di scoprire tutto sulla flora e la fauna locale.

Per chi è curioso di ammirare cascate, animali selvatici e prati fioriti non può perdersi poi un tour in Val San Nicolò, tra le più scenografiche dell’intera regione: partendo da Pozza di Fassa, si può intraprendere questa semplice escursione dal dislivello minimo, che porta alle splendide cascate del Rio San Nicolò, incorniciate magistralmente da vette dolomitiche straordinarie.

Imperdibile poi anche una gita verso la Terrazza delle Dolomiti, ossia il Punto Panoramico del Sass Pordoi, situato a 2.950 m.s.l.m.: per raggiungerlo basta prendere la funivia che da Passo Pordoi, a 12 chilometri da Canazei, scorre lungo le pareti del Sass Pordoi e conduce fino a un punto di osservazione di cui vale la pena godere almeno una volta nella vita.

Val di Fassa tra parchi e due ruote

L’estate in Val di Fassa significa anche percorsi ciclabili, per gli appassionati delle due ruote. La pista ciclabile delle Dolomiti, ad esempio, scorre lungo la Val di Fassa e la Val di Fiemme per circa 48 chilometri tra la natura alpina e alcuni dei borghi montani più suggestivi della zona, come Molina di Fiemme, Alba di Canazei, Soraga e Pozza. Il tratto ciclabile segue anche lungo il corso del fiume Avisio e consente semplici tour in giornata, non faticosi e assolutamente adatti anche ai meno allenati, non mancano qui i punti di sosta attrezzati per pic-nic nel verde. 

A rendere ancora più ricca l’offerta della Val di Fassa è il Kinderpark Ciampedie, un parco giochi imperdibile per chi si muove con i propri bimbi: si trova a circa 2000 metri di quota ed è raggiungibile sia con la funivia che parte dal centro di Vigo di Fassa che con una seggiovia da Pera. A renderlo unico sono i suoi gonfiabili, i suoi giochi e la sua animazione pensata ad hoc per intrattenere i più piccoli e permettere agli adulti di rilassarsi al sole delle Dolomiti.

Ma ci sono anche gli Adventure Park a rendere una vacanza in Val di Fassa perfetta per tutti i membri della famiglia e i maneggi che offrono l’opportunità di esplorare i paesaggi della valle in sella di un cavallo o di godersi momenti emozionanti grazie ai pony, che diventano in pochi istanti i migliori amici dei piccoli visitatori.

Non troppo distante dalla Val di Fassa si trova inoltre il Parco Naturale di Paneveggio- Pale di San Martino, un parco naturale dalla bellezza impossibile da raccontare a parole, che rappresenta un punto di sicuro interesse per chi ama le vacanze sportive e vuole immergersi nella natura più vera.

Cosa fare in Val di Fassa se piove?

Che si visiti la Valle di Fassa in estate o in inverno, una giornata di pioggia può facilmente far saltare tutti i piani. Mal la Val di Fassa sa come offrire intrattenimento anche se il meteo non è favorevole.

A Pozza di Fassa, ad esempio, si trova il QC Terme Dolomiti, un centro termale di altissima qualità, che combina servizi di standard d’eccezione con una fortunata location. Le aree benessere e i trattamenti offerti possono rappresentare un valido momento di svago e relax per i genitori che possono lasciare per qualche ora i bimbi al Miniclub dell’hotel. Tra le proposte delle terme ci sono cascate, idromassaggi, biosaune, bagni di vapore, stanze del sale e sale dedicate al più completo relax. Lo stabilimento utilizza le acque termali di Alloch, nota sorgente solforosa del Trentino apprezzata fin da tempi antichi per le sue riconosciute proprietà salutari.

Un’ottima idea in caso di pioggia è anche quella di tuffarsi alla scoperta della cultura locale, ad esempio esplorando il Museo Ladino a Vigo di Fassa, una raccolta di tesori di inestimabile valore che consente di conoscere la storia della valle dalla preistoria ad oggi.
Un punto di contatto da non perdere con una delle comunità culturalmente più vivaci e interessanti, quella Ladina, caratterizzata da una lingua unica e da una storia altrettanto peculiare.

A disposizione di piccoli e grandi ospiti ci sono anche palestre per l’arrampicata e numerosi ristoranti tradizionali che mettono a disposizione le loro migliori ricette: cosa c’è di meglio che una giornata di maltempo per sedersi attorno a un tavolo e gustare canederli, salumi e formaggi tipici come lo speck o il Puzzone di Moena, della deliziosa polenta o un ottimo strudel?

Cosa fare in Val di Fassa in inverno

Se ci si trova in queste zone del Trentino-Alto Adige in inverno, sicuramente ci si chiederà dove sciare in Val di Fassa per godersi il meglio delle piste locali. La risposta è il celebre comprensorio Dolomiti Superski, di cui la Val Di Fassa è una delle 12 zone sciistiche principali, nonché una delle aree più amate delle intere Dolomiti. Dispone infatti di 150 piste per un totale di 210 chilometri di discese, ben collegate tra loro e tutte indistinguibilmente bellissime a livello paesaggistico.

La vista qui spazia infatti sulla Marmolada, sul Catinaccio, sul Sella e sul Sassolungo, che in versione ammantata dalla neve sono in grado di lasciare letteralmente a bocca aperta. Il comprensorio della Val di Fassa è inoltre ideale per le vacanze in famiglia, grazie ai molti hotel su misura per bambini e genitori, ma anche grazie alle promozioni che la regione riserva ogni anno a questa tipologia di turisti, a cui dedica attenzioni speciali.

Oltre a divertirsi su piste di facile percorrenza, i piccoli sportivi possono contare anche su tapis roulant, baby parks, giochi sulla neve e scuole di sci organizzate al meglio per avvicinare i piccini alle discipline sportive invernali. Non mancano ovviamente in Val di Fassa le piste per lo sci di fondo e i sentieri da percorrere con le ciaspole ai piedi, che sanno accontentare la voglia di sport e natura sia degli adulti che dei bambini.

Insomma, un soggiorno in Val di Fassa riserva infinite sorprese, in ogni stagione dell’anno e grazie alle politiche turistiche del Trentino-Alto Adige, sempre attente alle esigenze delle famiglie in viaggio, si propone senza dubbio come una delle mete invernali da segnare assolutamente in agenda.

Potrebbe interessarti anche

Lago di Resia

Storia e curiosità del famoso lago con il campanile

Lago di Braies

Uno specchio d’acqua dalle infinite sfumature, nel quale si…

I parchi del Trentino-Alto Adige

Gli 8 parchi più belli da visitare per immergersi nella…