Incastonata tra le Dolomiti di Brenta e l’Adamello si trova la Val Rendena, una delle valli del Trentino-Alto Adige più amata dalle famiglie che desiderano godersi l’atmosfera della montagna, senza rinunciare al comfort di località turistiche ben attrezzate e al 100% family-friendly.

In Val Rendena, infatti, è possibile abbinare passeggiate nel verde alla portata di tutti e avventurose escursioni, con l’accoglienza tipica di cittadine come Madonna di Campiglio, Pinzolo e Carisolo, celebri tra gli amanti dello sci, ma anche tra chi ama trascorrere l’estate in alta quota.

Una vacanza non basta certo per esplorare ogni angolo di questi territori, poiché l’offerta di punti di interesse, percorsi e attività qui è decisamente ricca. La Val Rendena per i bambini è una fonte senza fine di stupore e divertimento, da vivere a tu per tu con mamma e papà.

Madonna di Campiglio

Il cuore pulsante della Val Rendena è senza dubbio Madonna di Campiglio, situata in provincia di Trento a circa 1.550 metri s.l.m. e nell’elenco dei paesi più conosciuti dell’intera regione. La sua cultura dell’accoglienza ha radici antiche e ancora oggi Madonna di Campiglio si caratterizza per la sua capacità di soddisfare le esigenze di ogni turista.

In inverno la città è la base di partenza ideale per raggiungere i super attrezzati comprensori sciistici della zona, come la Skiarea Campiglio Dolomiti di Brenta – Val di Sole Val Rendena, apprezzati da sciatori e snowboarder di ogni età. In estate invece Madonna di Campiglio diventa il centro nevralgico di una fitta rete di percorsi escursionistici che si diramano sulle cime circostanti. Esistono qui sentieri pensati per essere percorsi a piedi oppure in bicicletta, sia da escursionisti esperti che da famiglie con bambini piccoli e passeggini al seguito. 

Tra le gite più gettonate, anche se non tra le meno impegnative, c’è senza dubbio il Giro dei 5 Laghi, un percorso ad anello che conduce alla scoperta di meravigliosi laghetti alpini, quali il Serodoli, il Lago Gelato, il Nambino, il Ritorto, il Lambin. L’escursione passa anche dal piccolissimo Lago Nero ed è immancabile, se si soggiorna in queste zone, anche un’escursione verso le numerose cascate della zona, come le Cascate di Vallesinella.

Insomma, Madonna di Campiglio dà il suo meglio in ogni mese dell’anno e sia in estate che in inverno offre un ampio palinsesto di eventi e manifestazioni per intrattenere sia i più piccini che i ragazzi più grandi in cerca di nuove avventure da vivere in piena sicurezza.

Parco Naturale Adamello Brenta

Fondato nel lontano 1967, il Parco Naturale Adamello Brenta è l’area naturale protetta più ampia del Trentino: occupa infatti un territorio di 620,51 chilometri quadrati e i suoi eterogenei paesaggi vanno dai quasi 500 metri di quota fino a superare i 3.500 m.s.l.m.

L’habitat naturale qui è davvero interessante e un tour del parco è un’attività entusiasmante per i bambini: oltre alle moltissime specie vegetali individuabili durante una passeggiata qui, sono molti anche gli animali selvatici che popolano il Parco e che vivono tra i suoi boschi, i suoi laghetti e le sue foreste di conifere. Avvistare qualche rappresentante della fauna trentina qui non è affatto difficile e regala emozioni decisamente uniche.

Sono circa più di 400 i chilometri di sentieri che scorrono nella quiete tipica di questa spettacolare zona della penisola, percorribili sia a piedi che in sella ad una MTB. A incorniciare le emozioni qui sono il gruppo delle Dolomiti del Brenta e dell’Adamello Presanella, due gioielli di bellezza e biodiversità.

Il Parco dell’Adamello Brenta ha conquistato infatti ben due riconoscimenti UNESCO: le Dolomiti di Brenta sono Patrimonio dell’Umanità e il Parco è anche diventato UNESCO Global Geopark, grazie al suo immenso patrimonio geologico e ai suoi geositi di rilievo. La Casa del Geopark, che si trova a Carisolo, è un centro visitatori che racconta proprio la preziosa geodiversità di questi gruppi montuosi e si presta per una visita didattica con i più piccoli, che possono scoprire, in maniera interattiva e coinvolgente, tutti i segreti di questi territori, nonché avere un’idea della fragilità dei loro ecosistemi.

Pinzolo

Proprio adagiato nel Parco Naturale Adamello Brenta si trova Pinzolo, il posto giusto per tutti coloro che intendono la vacanza come attività outdoor e sano divertimento in compagnia degli altri membri della famiglia. Pinzolo pullula di strutture ricettive pensate ad hoc per le famiglie in visita e offre inoltre un intrigante panorama di opportunità per tutte le esigenze.

Si trovano qui numerosi centri sportivi, come campi da calcio, piscine o piste sul ghiaccio, e proprio dal centro di Pinzolo, o dai suoi immediati dintorni, partono infiniti sentieri di trekking che portano verso ogni angolo della Val Rendena e delle Dolomiti.

Spesso scelta dalle famiglie per meravigliose giornate all’aria aperta è la vicina Val di Genova, una valle lunga circa 20 chilometri che racchiude in sé paesaggi mozzafiato: foreste, torrenti e imponenti cascate, come le famose Cascate di Nardis. A disposizione dei turisti ci sono anche competenti guide locali, in grado di proporre itinerari su misura per ogni tipologia di famiglia.

Sui sentieri attorno a Pinzolo inoltre non è difficile incontrare fattorie didattiche, zone per il picnic e aree gioco. Si trova a Pinzolo anche il Brenta Bike Park, ideale per biker i più spericolati, mentre per tutti gli altri in cerca di emozioni su due ruote non mancano di certo le occasioni per indimenticabili tour in sella.

Da Pinzolo parte, infatti, la pista ciclabile della Val Rendena, un’imperdibile ciclovia lunga circa 28 chilometri: affiancando il corso del fiume Sarca, il principale corso d’acqua della valle, la ciclabile arriva fino al Lago di Ponte Pià, in località Ragoli, passando per punti interessanti come Tione di Trento.

Sapori e tradizioni della Val Rendena

Quando si decide di visitare destinazioni così caratteristiche come le valli del Trentino-Alto Adige, non si può non assaporarle anche con le papille gustative: gustare i prodotti tipici della Val Rendena è un’attività che generalmente mette d’accordo in un istante sia adulti che bambini.

Le occasioni di assaggiare il meglio della gastronomia della valle sono molte: salumi e formaggi tradizionali, polenta, selvaggina e i molti piatti della tradizione vengono proposti dai molti rifugi, ristoranti tipici e agriturismi che punteggiano il territorio.

Anche le numerose malghe tramandano da secoli processi di allevamento e produzione dalle origini antiche e aprono spesso le loro porte ai curiosi turisti che vogliono immergersi nell’autenticità. In estate, ad esempio, si tiene l’evento Albe in Malga, una delle manifestazioni più attese dalle famiglie, che porta i bimbi (e non solo) alla scoperta delle tecniche di pascolo e di mungitura, della realizzazione dei prodotti caseari e della storia della comunità locale. Imperdibile!

Molti sono anche mercati della Val Rendena, che vedono protagonisti i contadini della zona e i loro prodotti a Km zero e gli artigiani del territorio trentino. Sotto Natale tutta la genuinità
della Val Rendena si esprime anche attraverso i mercatini natalizi, come quelli di Pinzolo e Madonna di Campiglio, quando creazioni artigianali e specialità enogastronomiche colorano le bancarelle e i banchi delle casette in legno, tipicamente trentine e tipicamente natalizie.

 

Non c’è stagione, insomma, in cui la Val Rendena non sappia fare innamorare di sé i suoi piccoli ospiti!

Potrebbe interessarti anche

Valle Isarco per bambini

Alla scoperta di questa bellissima valle altoatesina con…

Val Senales per bambini

Alla scoperta di questa bellissima valle altoatesina con…

Montagna in Valle d’Aosta per bambini

Idee e mete per una vacanza in montagna con i bambini