I borghi della Liguria sul mare sono dei veri gioielli, apprezzati da chiunque ami gli scenari marinari tipicamente italiani. Ma parlare di Liguria non significa solo descrivere località di mare: anche i borghi dell’entroterra ligure sono dei tesori nascosti tutti da scoprire, arroccati sui monti e altrettanto ricchi di cultura, bellezza e tradizioni. 

Alcuni tra borghi più belli della Liguria sono decisamente celebri, in Italia e nel mondo, ma ce ne sono altri meno noti, che sono meta perfetta per chi ama il turismo slow e la scoperta lenta dei territori, in ogni stagione.

Quali sono quindi i 10 borghi della Liguria da visitare assolutamente, anche in un giorno solo? Ecco la nostra selezione.

Borghi liguri sul mare

Vi abbiamo già parlato di alcuni “Borghi italiani sul Mare”, citando la colorata ed affascinante Vernazza. Ma quali sono gli altri borghi liguri sul mare che vi consigliamo di visitare?

Innanzitutto è bene sottolineare che la lunga costa ligure si divide in due porzioni distinte: a ovest di Genova, si estende la Riviera di Ponente, mentre a est del capoluogo quella di Levante. Ad accomunarle, scenari inconfondibili e un fascino quasi disarmante, che colpisce chiunque capiti in questo angolo della penisola.

Borghi della Liguria di Ponente da vedere

Tra i più bei borghi della Liguria di Ponente abbiamo senz’altro quello di Taggia: si trova in provincia di Imperia e i suoi confini si estendono dal vecchio borgo agricolo, fino ad Arma di Taggia, un vero paradiso per gli amanti del mare. Il nome di questo paese dovrebbe suggerire subito un legame con uno dei prodotti più tipici della regione: proprio da Taggia arrivano infatti le celebri olive taggiasche, deliziose e conosciute ovunque per il loro sapore inconfondibile. Se l’antico centro storico del paese, con le sue piazze, le sue chiese, i suoi vicoli e i resti del suo Castello, è perfetto per un’immersione nella cultura e nell’architettura tipica dei borghi liguri, le spiagge di Taggia sono perfette per qualche ora di relax in riva al mare.

Proseguendo lungo i borghi della Liguria di Ponente si incontra anche Cervo, sempre parte della provincia di Imperia. Il paese sorge arroccato su uno sperone di roccia dal quale si gode una vista strepitosa dei dintorni ed è contraddistinto da un grazioso dedalo di vicoletti che degradano dolcemente verso il mare. Il centro si sviluppa attorno al Castello di Clavesana ed è protetto da antiche mura medievali: la Chiesa di San Giovanni, gioiello barocco, e la piazza dei Corallini sono solo due dei molti scorci da non perdere in questo borgo ligure

Uno dei borghi più caratteristici della Liguria di Ponente è Boccadasse. Appartenente al comune di Genova, si trova a breve distanza proprio dal centro storico della città. Pur essendo parte di una delle città più ferventi e popolate della Liguria, Boccadasse ha la particolarità di essere riuscito a conservare un animo semplice e un’atmosfera poco turistica e molto autentica. I pescatori sono ancora parte integrante della vita del borgo e i colori accesi delle case qui danno vita a un quadro perfetto, da ammirare con stupore a ogni ora del giorno: una camminata tra i suoi vicoli al tramonto è un’esperienza che resta impressa tra i ricordi di viaggio più belli.

Boccadasse-Genova
Boccadasse

Borghi della Liguria di Levante da vedere

Passando invece ai borghi della Liguria di Levante non si può non menzionare l’amatissima Sestri Levante, borgo marittimo genovese e frequentatissima località turistica della costa. A contraddistinguere questa zona della regione sono piccole calette e scogliere che cadono a picco tra le onde. Sestri ha la particolarità di affacciarsi su due diverse baie: la Baia delle Favole ad ovest, così soprannominata niente di meno che da Hans Christian Andersen, la Baia del Silenzio ad est, dove le casette colorate del borgo si specchiano sull’acqua del Tirreno.

Tipicamente e squisitamente ligure è anche lo skyline di Manarola, frazione del più grande comune di Riomaggiore e tappa finale della celebre Via dell’Amore, il meraviglioso sentiero pedonale a picco sul mare che congiunge appunto i borghi di Riomaggiore e di Manarola. Se già la sua conformazione rende Manarola un presepe a cielo aperto, ogni inverno le colline terrazzate che circondano il paese sono location di un enorme rappresentazione della Natività, creata dall’artista Mario Andreoli: è il più grande presepe luminoso al mondo e osservarlo nelle serate invernali è qualcosa di davvero magico.

Borghi dell’entroterra ligure

Un’escursione verso i borghi dell’entroterra Ligure è un’occasione perfetta per una gita, anche per chiunque soggiorni sulle coste e voglia trascorrere una giornata diversa dal solito.

Tornando in provincia di Imperia troviamo Apricale, un borgo che si allunga tra i colli liguri e che si affaccia dalla sua posizione privilegiata sui dintorni verdeggianti della regione, guardando da breve distanza il confine con la vicina Francia. A fare da contorno a questo luogo di quiete ci sono boschi lussureggianti e coltivazioni di ulivi, mentre a caratterizzare le vie scoscese del paese sono un’infinità di scalinate e saliscendi. Ma non solo: le pareti di molte case qui sono adornate con i favolosi murales che numerosi pittori hanno realizzato. Apricale è infatti anche definito come uno dei “paesi degli artisti” e ancora oggi è visto come un rifugio per chi è in cerca della giusta ispirazione.

Tra i borghi dell’entroterra ligure si racchiude anche qualche chicca davvero originale: Balestrino, ad esempio, è un vero e proprio borgo abbandonato. Negli anni ‘60 infatti il vecchio nucleo del paese venne abbandonato dagli abitanti, che preferirono ricostruire un nuovo centro abitato più a valle a causa di un susseguirsi di frane e smottamenti che si pensava avrebbero definitivamente compromesso la stabilità del colle su cui sorgeva Balestrino. Il vecchio centro venne così lasciato in balia della natura e dell’incedere del tempo: tra orologi ormai fermi, vecchi bar dove il tempo si è fermato all’improvviso, abitazioni immerse nel silenzio e vicoli ormai rapiti da erba e vegetazione. Oggi visitare il borgo è difficoltoso e sconsigliato, a causa degli edifici pericolanti, ma basta osservare Balestrino dai dintorni per assaporarne l’unicità.

Dolceacqua-Liguria
Dolceacqua

Dolceacqua è uno dei più bei borghi medievali della Liguria e si erge attorno al Castello di Dolceacqua, risalente al XII secolo e appartenuto alla famiglia Doria. Tutto intorno, stretti vicoli dalle case in pietra e un ponte romano che sovrasta le acque del fiume Nervia: non sorprende che la bellezza del luogo non sia sfuggita a Monet, che dipinse proprio questo paesaggio in uno dei suoi quadri.

Il borgo di Triora è invece conosciuto come “il paese delle streghe”. Nel XVI secolo, infatti, questo borgo ligure dell’entroterra fu tristemente teatro di uno dei più feroci e sanguinosi processi alla stregoneria mai avvenuti in Liguria, in cui molte donne vennero denunciate e accusate di praticare arti magiche, subendo processi ingiusti, violenze e torture. Alle streghe di Triora sono dedicati oggi sia il Museo Etnografico e della Stregoneria, sia la Strigora, una manifestazione che si svolge ogni anno in agosto e che ha l’obiettivo di smitizzare la figura delle cosiddette “streghe”, ricordando che furono condannate in modo totalmente ingiustificato.

È parte di Sanremo invece la frazione di Bussana Vecchia, uno dei borghi più antichi in Liguria e interessanti da visitare: anch’essa porta l’appellativo di “paese degli artisti” poiché molti creativi nel corso degli anni Sessanta ripopolarono questo luogo, distrutto da un terremoto nel 1887. Oggi Bussana è rappresentata dalle sue molte botteghe d’arte e prestigiosi atelier, e passeggiare tra i suoi carruggi è un’esperienza da non perdere. Famosi sono anche il Campanile della Chiesa di Sant’Egidio, rimasto miracolosamente intatto dopo il terremoto e oggi icona del borgo, nonché la Villa romana di Bussana, antica dimora che risale al I-II secolo d.C. e che fa parte del patrimonio archeologico della regione Liguria.

Potrebbe interessarti anche

Guida ai castelli più belli d’Italia

Nord, Centro o Sud: dove si trovano i castelli più belli…

Genova con bambini: cosa fare e cosa vedere?

7 cose da fare a Genova con i bambini, durante una gita di…

I parchi nazionali italiani da non perdere

Scopri i 10 parchi nazionali in Italia più grandi e più…