La Lombardia racchiude nei suoi confini laghi dalla straordinaria bellezza paesaggistica: uno dei più celebri è senza dubbio il Lago di Como, perfetto da visitare con i bambini. Grandi e piccini non sapranno resistere al fascino delle bellissime ville d’epoca, dei borghi suggestivi, dei grandi parchi verdi e dei sentieri che si affacciano sulle sue acque chete.

Dove si trova il Lago di Como, esattamente? Anche conosciuto come Lario, il bacino lombardo si trova compreso tra le provincie di Como e Lecco. Di origine glaciale, ha una caratteristica forma a “Y” rovesciata, i cui tre lembi corrispondono al ramo di Colico (o Alto Lago) a nord, al ramo di Como a sud-ovest e al ramo di Lecco a sud-est. La profondità del Lago di Como raggiunge i 420 metri e fa conquistare allo specchio d’acqua il titolo di lago più profondo d’Italia.

I suoi scenari meravigliosi hanno da sempre ispirato poeti, pittori, cantanti e artisti di ogni genere. Oggi il Lario è un lago a misura di famiglia, che si presta alla perfezione per soggiorni tra relax e natura o per gite fuori porta dalle principali città della Lombardia.

Ma cosa vedere e cosa fare sul Lago di Como con i bambini?

Visitare Como con i bambini:

cosa vedere e cosa fare

Como, la città che dà il nome al lago, è una delle attrazioni da non perdere se si capita da queste parti. Visitabile senza problemi a piedi, il centro di Como è incredibilmente pittoresco e nasconde delle chicche di rara bellezza. Da non perdere sono l’imponente Duomo di marmo bianco (la Cattedrale di Santa Maria Assunta), Porta Torre e le mura medievali o la Chiesa di San Fedele.

Dal centro ci si può poi spostare verso il lungolago della città: Piazza Cavour si trova proprio a pochi passi dalle acque del lago, così come il Tempio Voltiano e i suoi giardini e da lì, seguendo le sponde in direzione ovest, si può raggiungere la meravigliosa Villa Olmo.

Se si visita la città di Como con i bambini non si può poi non prendere la funicolare Como-Brunate, che parte proprio dal centro città e, superando un dislivello di circa 500 metri, permette di raggiungere il minuscolo paesino situato in una posizione panoramica. Non per niente è detto “il balcone delle Alpi”, per via dei suoi punti di vista davvero degni di nota sul lago, le montagne e la pianura.

Tour in battello del lago di Como

con i bambini

Per i bimbi, ma non solo, esplorare il lago solcando le sue acque è sempre un’emozione indimenticabile: dai principali paesi del Lario partono regolarmente dei battelli che fungono da collegamento tra le diverse sponde e che consentono sia ai residenti che ai turisti in visita di spostarsi con semplicità tra un punto e l’altro del bacino lacustre.

Oltre ai normali biglietti a tratta singola, l’ente che gestisce la navigazione sul Lago di Como
propone anche interessanti pacchetti turistici che permettono di fare delle minicrociere tra i principali luoghi di interesse: le graziose cittadine di Bellagio, Varenna e Bellano sono solo alcune delle tappe toccate dai tour sul Lago di Como perfetti anche per i bambini.

Lago di Como: i paesi più belli da visitare

con i bambini

Le coste del Lario sono inoltre punteggiate di borghi dal fascino irresistibile e da cittadine più grandi che hanno un rapporto storico e indissolubile con l’acqua del lago. Dopo Como, la seconda più importante località del Lario è Lecco, celebre anche per il suo legame con i Promessi Sposi e le vicende narrate da Manzoni.

Bellagio è un’altra delle “perle del lago” da non perdere: situata proprio sulla punta che divide il ramo di Como dal ramo di Lecco, riesce a conquistare grazie alle sue casette colorate, le sue viuzze dal sapore antico e il suo meraviglioso Parco di Villa Melzi.

La romantica Varenna merita senz’altro una visita, soprattutto se all’itinerario si aggiunge una camminata tra la Villa Monastero e l’originale Castello di Vezio, dove scattarsi un selfie con i suoi celebri “fantasmi” di gesso.

Imperdibile è anche Cernobbio con la sua Piazza Risorgimento affacciata direttamente sul lago e le sue eleganti ville, come Villa Erba o Villa D’Este.

Tremezzo è da visitare per non perdersi Villa Carlotta, e Lenno per osservare da vicino Villa del Balbianello, mentre altri borghi, come Nesso e Ossuccio, riservano interessanti spettacoli naturalistici e architettonici

Le spiagge per bambini del Lago di Como,

libere e attrezzate

Tra le sorprese che il lago di Como può riservare ai suoi ospiti c’è anche l’opportunità di godersi qualche tuffo. Sono molti, infatti, i lidi attrezzati e le spiagge libere adatte ai bambini a disposizione dei turisti e dei residenti.

Il lido di Cernobbio, ad esempio, è predisposto per offrire alle famiglie in visita giornate all’insegna della spensieratezza, tra bagni al lago oppure nelle piscine a disposizione, mentre il lido di Moltrasio sembra fatto apposta per ore di divertimento family-friendly.

La già menzionata Lenno offre anche una spiaggia, in parte di sabbia e in parte sassosa, che si alterna tra tratti liberi e altri attrezzati con ombrelloni, lettini e ristoranti. Più a nord si incontra Menaggio, uno dei punti più panoramici della costa lariana e dotato anch’esso sia di spiaggia libera che di lidi a pagamento, che possono fornire alle famiglie tutto l’occorrente per soste serene sulle sponde. 

Anche Bellagio non si fa certo mancare le sue spiagge per bambini (e non solo), così come Lierna, in provincia di Lecco, che racchiude nei suoi confini le spiagge di Riva Bianca e di Punta di Grumo. Chi ama gli scenari più selvaggi può optare per una giornata nelle piccole frazioni di Oliveto Lario, ricche soprattutto di tantissima natura e perfette per qualche ora di detox.

Visitare l'isola Comacina con i bambini

L’isola Comacina è un piccolissimo lembo di terra emersa che ricopre il titolo di unica isola del Lago di Como: ha una superficie di poco più di 7 ettari ed è un luogo semi disabitato ma dalla storia antica. Qui furono infatti ritrovati insediamenti di epoca romana e l’isolotto fu anche cittadella bizantina, importante centro religioso della diocesi di Como e persino colonia di artisti. Si trovano infatti qui sia resti di colonnati romani, che prestigiose chiese custodi di piccoli tesori storici, ma anche le originali Case degli Artisti, abitazioni in stile razionalista costruite a cavallo tra gli anni ‘30 e ‘40 dall’architetto Pietro Lingeri e dimora temporanea di artisti internazionali.

L’isola è visitabile grazie a trasferimenti in taxi-boat da Ossuccio o tramite la Navigazione Lago di Como che permette lo sbarco direttamente sull’Isola.

Trekking e cammini sul Lago di Como

da fare con i bambini

Alcuni dei più bei trekking della Lombardia passano proprio dal Lario. Ad esempio, tra le passeggiate più apprezzate da grandi e piccoli escursionisti c’è la Greenway del Lago di Como, uno straordinario itinerario lungo circa 10 chilometri e di facile percorrenza, che si snoda sulla sponda comasca tra Colonno e Tremezzo.

Se si desidera fare trekking con i bambini sul Lago di Como si può anche optare per entusiasmanti esplorazioni degli orridi, profonde gole rocciose nelle quali scorrono torrenti e fiumi impetuosi. Tra i più famosi ci sono l’Orrido di Bellano, con la sua cascata creata dal torrente Pioverna, e l’Orrido di Nesso, che accoglie le acque dei torrenti Nosè e Tuf, che si lanciano tra le pietre formando un salto d’acqua indimenticabile.

Un’altra delle passeggiate sul Lago di Como da non perdere è percorribile in sella alle due ruote: si tratta della Ciclopedonale dell’Alto Lario che collega Dongo a Gera Lario e regala ai suoi avventurosi visitatori punti di osservazione mozzafiato. Perfetta per portare i bambini in bici sul Lago di Como.

Potrebbe interessarti anche

Appennino Tosco-Emiliano con i bambini

Cosa fare e vedere con i bambini in queste meravigliose…

Montagna in Friuli-Venezia Giulia per bambini

Idee e mete per un soggiorno montano con tutta la famiglia

Montagna in Lombardia per bambini

Idee e mete per una gita in montagna con tutta la famiglia