Le lunghissime coste della penisola italiana creano un panorama unico e degli scorci litoranei che il mondo intero fa a gara per visitare. Oltre a essere location di scenari mozzafiato, calette, baie e spiagge da sogno, il perimetro costiero italiano ha anche dato vita a una moltitudine di isole e isolette, che punteggiano di mille colori il profondo blu del Mediterraneo.

Chi, pensando alle isole d’Italia, ha in mente soltanto la Sicilia e la Sardegna, dovrà però ricredersi: tra isole e isolotti, l’Italia conta più di 800 piccoli lembi di terra emersa, di cui però solamente un’ottantina sono abitati.

Quali sono quindi le isole italiane più belle e quali gli arcipelaghi su cui approdare almeno una volta nella vita? Scegliere è davvero difficile, ma vi proponiamo un elenco di 10 tra le isole più belle d’Italia, da annotare immediatamente nella wishlist dei prossimi viaggi.

Isole Egadi

Partiamo dal sud Italia, per citare un arcipelago certamente tra i più favolosi del territorio nostrano, nonché tra i più ambiti dai turisti in visita: le Isole Egadi sono una delle perle della Sicilia e si trovano nel Mar Tirreno, a metà strada tra Marsala e Trapani. A comporle sono tre isole principali, ossia Favignana, Marettimo e Levanzo, ma anche diversi isolotti, scogli e faraglioni. Le Egadi sono un vero paradiso per chi ama praticare sport acquatici, come snorkeling e diving, grazie alle loro acque cristalline e alla ricchezza di flora e fauna subacquee. Parte integrante dell’offerta di questi territori sono anche una cultura antica e affascinante, delle architetture imperdibili, spiagge e insenature sorprendenti e una proposta enogastronomica da leccarsi i baffi.

Isola d'Elba

Fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano ed è una delle isole italiane più grandi, precisamente la terza più estesa d’Italia: l’Elba si trova a breve distanza dalle coste toscane e accoglie i suoi turisti con un mix di mare, natura, proposte escursionistiche e cultura. Il perimetro dell’isola è molto frastagliato e nel suo entroterra svetta il Monte Capanne, alto circa 1.000 metri s.l.m. L’Isola d’Elba è la destinazione ideale per chi desidera creare una vacanza in perfetto equilibrio tra attività outdoor e relax totale vista onde, condita anche con qualche visita alle splendide cittadine che punteggiano il territorio, come Portoferraio, Capoliveri o Porto Azzurro.

Arcipelago della Maddalena

È l’arcipelago più conosciuto della Sardegna e conta ben sette isole, oltre ovviamente a piccoli isolotti minori e numerosi scogli che spuntano dalle acque tirreniche. Si trovano al largo della Costa Smeralda e sono parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena: la fragile biodiversità dei loro habitat è incredibilmente caratteristica, così come l’assoluta limpidezza delle acque che ne bagnano le coste, dipinte da infinite sfumature di verde e turchese. Le spiagge imperdibili di questa perla della Sardegna sono numerose e benché richiamino tutte alla mente paesaggi “esotici”, sono orgogliosamente nostrane.

Isole Eolie

Lipari, Vulcano, Stromboli, Salina, Filicudi, Panarea e Alicudi sono delle vere e proprie bellezze naturali capaci di lasciare senza parole e certamente tra le isole italiane da visitare. Sono rinomate, in Italia e nel mondo, per la trasparenza delle loro acque e per le loro atmosfere tipiche, che conquistano chiunque vi metta piede. Si trovano al largo di Messina, sulla costa settentrionale della Sicilia e non c’è un solo panorama di questo arcipelago che non meriti di essere visitato, ammirato e fotografato. Oltre a promettere un tuffo nella cultura più autentica, le isole Eolie ospitano anche due vulcani attivi, il Vulcano e lo Stromboli, e fanno parte della World Heritage List dell’Unesco.

Isola di Ponza

Ponza è la più grande delle Isole Ponziane, che si trovano nel Lazio poco fuori dal Golfo di Gaeta. Fa parte della provincia di Latina e ha una superficie che supera di poco i 7 km². A comporre l’arcipelago ponziano, oltre all’Isola di Ponza, ci sono anche Palmarola, Ventotene, Gavi, Zannone e Santo Stefano, che creano una piccola oasi di bellezza tutta da esplorare. Le coste di Ponza, isola di origine vulcanica, sono particolarmente frastagliate e danno origine a ripide scogliere, calette nascoste raggiungibili spesso solo via mare e grotte sottomarine che fanno la felicità dei sub.

Ischia

L’isola di Ischia è invece parte dell’Arcipelago delle Isole Flegree ed è collocata a nord del Golfo di Napoli, insieme alle sorelle Vivara, Nisida e Procida. Chi sceglie Ischia come destinazione viene generalmente attratto dalla ricca offerta naturalistica, storica, artistica, gastronomica e culturale che l’isola offre ai suoi ospiti. Soggiornare a Ischia significa godersi il relax sulle sue spiagge paradisiache, buon cibo, esplorazioni di borghi suggestivi e immersioni benefiche nelle numerose località termali del territorio. Sono infatti particolarmente diffusi sull’isola i siti termali, spesso immersi nella natura: le loro acque curative incontrano paesaggi marini, per un connubio indimenticabile.

Capri

Poco distante dalle Isole Flegree si trova anche Capri, forse una delle isole italiane più celebri nel mondo. È la vera perla del Golfo di Napoli e pullula di scorci pittoreschi, sia di tipo naturalistico che urbano. Passeggiare tra le viuzze dei villaggi dell’isola rientra sicuramente tra le cose da non perdere per nulla al mondo, ma non si può visitare Capri senza ammirare i suoi Faraglioni, simboli indiscussi dell’isola, e senza fare un tour nelle sue molte grotte marine, tra cui spicca la meravigliosa Grotta Azzurra, una caverna dove l’incontro tra sole e onde crea intensi riflessi blu.

Isole Tremiti

Cambiando costa, un altro degli arcipelaghi italiani che vale la pena visitare è senza dubbio l’Arcipelago delle Isole Tremiti, situato nel basso Adriatico e più precisamente in provincia di Foggia, in Puglia. Il loro mare è incontaminato ed ha colori quasi surreali, l’habitat sommerso delle isole è tutelato grazie all’istituzione della Riserva Naturale marina Isole Tremiti, gestita dal Parco Nazionale del Gargano, ed è una meta molto ambita per gli amanti delle immersioni. Parte dell’arcipelago sono San Nicola e San Domino, le isole abitate, ma anche Pianosa, Capraia e il Cretaccio, isole italiane poco turistiche, che ospitano solamente silenzio e natura.

Pantelleria

Sorge dalle acque del Mediterraneo all’estremo sud della penisola, a metà strada tra le coste siciliane e quelle della Tunisia: l’isola di Pantelleria è stata soprannominata la Perla Nera del Mediterraneo, per via delle colate di lava scura che caratterizzano il suo paesaggio. Qui, oltre a godere ovviamente di un mare strepitoso, di giornate sotto al sole e di sessioni di diving tra fondali mozzafiato, è possibile dedicarsi a visite presso siti archeologici, capaci di riportare a galla la storia incredibilmente antica di questa piccola terra. Imperdibili sono anche una visita ai dammusi, le abitazioni tradizionali dell’isola risalenti all’epoca araba, e un assaggio dei sapori tipici di Pantelleria, che non lasciano mai nessun palato indifferente.

Isole Pelagie

Sempre collocato nel bel mezzo del Mediterraneo meridionale è l’arcipelago delle Pelagie,
isole che sono geograficamente più prossime al continente africano, ma che appartengono all’Italia. La stupenda isola di Lampedusa è parte di questo territorio, insieme a Linosa, Lampione e all’Isola dei Conigli. Lampedusa è, per estensione, la più grande delle isole Pelagie, nonché la più popolosa, mentre altre terre emerse, come Lampione, sono pressoché disabitate. Si trovano nelle Pelagie alcune delle spiagge più belle al mondo, come la Spiaggia dei Conigli, che oltre a essere un vero e proprio paradiso terrestre, è uno dei rarissimi siti di riproduzione delle tartarughe Caretta Caretta.

Potrebbe interessarti anche

Borghi italiani sul mare

I 15 più belli da visitare questa estate

Le spiagge più belle dell’Isola d’Elba

I lidi più belli, perfetti anche per i bambini

Spiagge per bambini nel Molise

Le più belle per una vacanza al mare per tutta la famiglia