Visitare la Sardegna

Mare color smeraldo, profumi mediterranei, insenature di sabbia finissima che si alternano a piccole baie dai ricchi fondali dove immergersi per un’esperienza indimenticabile, questa è la Sardegna. Terra di antichissime tradizioni, la Sardegna non è solo mare, ma anche montagna, con la regione del Gennargentu, e archeologia, con i Nuraghi di pietra disseminati in tutta l’isola e la zona di Pranu Mutteddu, soprannominata la Stonehenge sarda.

Tra le perle della Sardegna c’è sicuramente il Parco Nazionale dell’Arcipelago della Maddalena, tra i più suggestivi al mondo per la bellezza delle sue acque e delle sue spiagge. 

Una delle zone preferite da chi visita il nord della Sardegna è quella di Stintino con la lunga spiaggia bianca della Pelosa, caratterizzata da bassi fondali e acqua di un azzurro chiarissimo, dove praticare sport acquatici di ogni genere. Molto vicino, merita una visita il Parco Nazionale dell’Asinara, collocato sull’omonima isola, dov’è possibile passeggiare, andare in bici o a cavallo, tra cielo e mare, avvistando le colonie di bianchi asinelli che qui vivono allo stato brado. 

La Costa Smeralda, tratto costiero a nord est dell’isola, è la zona più trendy dell’isola, dove le attrazioni, oltre alle belle spiagge, sono hotel lussuosi, eleganti boutique, locali alla moda e yacht attraccati nel porto. 

Lungo la costa orientale è possibile trovare una zona più selvaggia ed autentica. È quella del nuorese, come nel Golfo di Orosei, caratterizzato da splendide spiagge di sabbia chiara, natura incontaminata e diverse grotte marine molto suggestive.

Nella zona meridionale della Sardegna spiccano belle spiagge sabbiose, lambite da un mare tropicale, e avvolte negli aromi della macchia mediterranea. 

La costa ovest è quella meno conosciuta, fatta di tratti di spiaggia bassa che si alternano ad enormi falesie. Qui si trova il Golfo di Oristano, dal mare limpido e turchese, e dall’atmosfera tranquilla ideale per una vacanza all’insegna del riposo.  

Una vacanza in Sardegna non è fatta solo di relax al mare. Gli amanti delle vacanze attive apprezzeranno l’area del Gennargentu, un territorio montuoso che è il regno degli sportivi, tra arrampicata, trekking, canyoing ma anche sci in inverno.

Gli amanti degli animali saranno felici di sapere che la Sardegna è ricca di zone dove la natura regna indisturbata per la poca presenza dell’uomo ed è quindi l’habitat ideale di diverse specie di animali e uccelli. Potrete ad esempio avvistare cavalli selvatici, cervi, mufloni, cinghiali, daini, fenicotteri, aquile e grifoni

 Non è possibile poi parlare di Sardegna senza citare i suoi complessi nuragici, costruzioni difensive datate dal XV al VI secolo a.C., sono ben 7.000, disseminati su tutto il territorio sardo. Tra tutti il meglio conservato è quello di Barumini, situato nella zona centro meridionale dell’isola, patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1997. Ma i nuraghi non sono gli unici resti preistorici sull’isola. Ci sono anche le Domus de Janas, case delle fate, in realtà necropoli preistoriche scavate nella roccia.

I 10 musei più insoliti d’Italia

Dal museo del gelato a quello dei lucchetti: scopri i musei…

Spiagge per bambini in Sardegna

I migliori lidi, attrezzati e non, dove divertirsi con…

Piatti e dolci tipici del Natale

Regione per regione, i classici che non possono mancare nel menu…

I 10 posti più instagrammabili d’Italia

Scopri i luoghi più suggestivi dove fare foto davvero…

Raccolta delle castagne in Italia

Dove raccogliere le castagne regione per regione